Francesco Totti, addio Mondiali e calcio: Ilary lo consola col terzo figlio

totti_ilary_12

Le azioni di quelli che potevano essere i suoi compagni di squadra, le seguirà da lontano. Ma le emozioni che proverà saranno le stesse dei calciatori convocati in Nazionale per i prossimi Mondiali di calcio. Francesco Totti, il capitano della Roma, non andrà in Brasile assieme agli Azzurri, nonostante un Campionato, quello appena concluso, giocato ad altissimo livello. Tanto che in molti avevano pensato che le sue qualità da campione gli avrebbero aperto le porte della Nazionale. Così non è stato. Ma Totti ha sdrammatizzato: «Sono sincero, non sono dispiaciuto. Semplicemente perché non ci ho mai creduto». Altra storia con i giallorossi. Perché, con la squadra della Capitale, il Pupone continuerà a giocare. Per quanto ancora, dopo centinaia di partite con la stessa maglia, ufficialmente non si sa. Ida, a 37 anni, quando verosimilmente ogni Campionato potrebbe essere l’ultimo, Totti comincia già a pensare al secondo tempo della suà vita. Àccanto a sua moglie, la conduttrice tv Ilary Blasi, e ai suoi due figli, Cristian e Chanel. Una “ripresa” da dedicare alla famiglia. Un impegno da papà a tempo pieno, con un fratellino o una sorellina per i due piccoli di casa. Il desiderio c’è, il capitano della Roma lo ha confessato a Maurizio Costanzo durante la trasmissione S’è fatta notte. Il giornalista gli aveva chiesto del terzo figlio . E il capitano della Roma aveva rivelato: «È imminente. Maschio o femmina è indifferente, tanto ormai con Ilary la coppia l’abbiamo fatta». E chissà quanto il disincanto rispetto ai Mondiali dipende dal desiderio di stare accanto alla donna della sua vita, di cui è marito dal 2005, in un momento molto particolare e delicato. Il calcio e la famiglia, lo stadio Olimpico e i figli. Ecco le due stelle polari di Totti: istintivo, passionale, ma punto di riferimento in campo per i compagni di squadra. «Gioco per divertirmi, perché mi piace», assicura. «Con il pallone ci sono cresciuto e ci morirò». A come sarà la sua ultima partita con la Roma, Totti ammette di non aver pensato: «So che sarà bello, emozionante e vissuto davanti ai tifosi. Ma sarà anche terrificante». Il perché è presto detto: «Vorrà dire che sono alla fine del sogno realizzato, in cui vivo da oltre vent’anni». Un istante dopo l’addio al campo, inizierà il secondo tempo della vita di Totti. «So che il momento si avvicina, però non c’è mai una fine. Comunque sarò il primo a gettare la spugna, non voglio scendere in campo e fare figuracce». L’orgoglio di un capitano. E i punti fermi di un uomo: «La famiglia viene prima di tutto. Quando stai bene lì, riesci a fare tutto il resto». La stabilità e l’equilibrio sono arrivati con le nozze, il cambiamento personale più importante con la nascita di Cristian e Chanel: «Quando diventi padre capisci la realtà, diventi più sciolto». Un episodio tra i tanti, che risale al Campionato ormai concluso: «Dopo Inter-Roma, sono tornato a casa e ho trovato i disegni dei miei due gol con su scritto: “Bravo papà, sei fortissimo”. Sembravo scemo, mi sono commosso. Per il futuro voglio essere soprattutto un padre presente». E Ilary? Concluso, per questa stagione, il programma Le Iene, su Italia Uno, il suo nome è tra i papabili per la conduzione di L’Isola dei Famosi, che dovrebbe sbarcare su Mediaset. Intanto si occupa dei suoi bambini. Per loro comincia il tempo magico delle vacanza in riva al mare con mamma e papà. Che vogliono dare vita a un dolcissimo sogno, il terzo bambino da tenere in braccio.