Francesca Pascale e Silvio Berlusconi: Niente motocicletta per lei, ma un’intima vacanza tipo “due cuori e una capanna”

francesca-pascale-e-silvio-berlusconi

Dopo anni di assenza è voluta tomare nella sua Napoli, che l’ha accolta con il calore verace riservato alle vere celebrità. A passeggiare, con la sorella Katia sottobraccio e le guardie del corpo dietro le spalle, tra gli applausi dei conterranei, non era Sofia Loren, ma un’altra napoletana diventata famosa: Francesca Pascale. La first lady di Arcore quest’anno ha conquistato il suo posto d’onore anche nel presepe napoletano, tradizione partenopea che puntualmente viene ripresa da telegiornali e riviste patinate, e che ogni anno arricchisce il già nutrito parterre di vip con nuovi personaggi. In total white, uno dei look che preferisce, con l’inseparabile Dudù, a fianco del suo Silvio, Francesca ha così scalzato definitivamente Veronica Lario, anche in veste di statuina natalizia. Dopo una passeggiata tra le pasticcerie tradizionali della città natale e una pizza con la sorella, che, come lei, vive nella Capitale, la compagna di Berlusconi è andata a San Gregorio Armeno, dove, tra botteghe artigiane e paradisi gastronomici, ha potuto ammirare se stessa riprodotta insieme agli altri protagonisti, in mezzo a pastorelli e casette. Figli, nipoti, amici e pettegolezzi Ma se il Presepe celebra la ventottenne compagna dell’ex Presidente, l’albero di Natale fa un po’ di capricci: pare infatti che il desiderio di trovare come dono per il 25 dicembre una fiammante Harley Davidson, non sia stato esaudito. «Troppo pericolosa», sembra essere stato il commendo di Mr B. alla richiesta della fidanzata, che, avendo già avuto per il Natale 2012 un solitario a sigillo dell’unione, avrebbe optato quest’anno per un regalo più di carattere, ma forse un po’ troppo rischioso. Molti però dicono che si sia trattato semplicemente di una battuta poi riportata all’esterno della residenza romana dalle solite voci pettegole, ma che, in realtà, Francesca avrebbe chiesto una vacanza in totale relax, lontana dalla politica, gossip e dalle tensioni che negli ultimi mesi hanno bussato puntualmente alla porta. Destinazione, secondo i bene informati, la montagna altoatesina. Tutto comunque fa pensare a un Natale dal sereno, per niente intaccato dalle preoccupazioni politiche di lui o dai rumors dei giorni scorsi. I pettegolezzi sul presunto video hard per cui Valter Lavitola, secondo i pm di Napoli, avrebbe ricattato l’ex premier, non hanno intaccato la serenità della coppia, che ha trascorso in famiglia ad Arcore le festività circondata dalle persone più care. Arcore, che rimane il “buen retiro” della coppia, lontana dalle serratissime agende politiche che prima di Natale hanno avuto come quartier generale Palazzo Grazioli, è, in questi giorni, teatro di andirivieni di figli, nipoti e amici.Sulle altre residenze del Cav, altro giro di indiscrezioni. Quest’anno niente alberone di Natale nel giardino di Villa Belvedere, la dimora di Macherio dove fino a poco fa alloggiava Veronica Lario, che ora vive tra il centro di Milano e Sankt Moritz, e che è stata chiusa. Vivono nelle lussuose cascine nell’area, le figlie Barbara ed Eleonora. Meno sprechi e… più felicità Come pare che nella vicina Lesmo, Villa Gernetto, il palazzo che dovrebbe ospitare l’Università delle Libertà, fortemente voluta da Berlusconi, visti i tempi di spending review, sia anch’essa per il momento chiusa, in attesa di deciderne la destinazione. E per le due ville si parla anche di possibile vendita. Con l’arrivo di Francesca, ufficializzato proprio nel giorno di Natale di ormai due anni fa, Berlusconi ha aperto un nuovo capitolo della sua vita: più attenzione alla sfera familiare, meno sprechi, attenzione al quotidiano, coccole al piccolo Dudù. Difficile pensare a due cuori e una capanna, che non è esattamente il quadro che ci si aspetta, ma di sicuro (forse) meno case, meno scandali, più felicità.