Floriana Secondi: La Secondi smentisce la storia con l’amico Roberto Bedetti

source site By on 18 ottobre 2013
Floriana-Secondi-incidente

follow site Da un lato, c’è il tira e molla di lei con Mirko Santini, il padre di suo figlio Domiziano: «Ci siamo riavvicinati, ci frequentiamo ogni tanto e non nascondo che un sentimento d’affetto c’è ancora, ma non riesco a superare alcuni momenti che mi hanno fortemente toccata nel rapporto con lui». Dall’altro un dramma, a casa di Roberto Bedetti, l’ex Centocelle Nightmare (il famoso gruppo di spogliarellisti romani, n d r ), la cui moglie e madre delle sue tre figlie è in coma vegetativo da tempo dopo aver dato alla luce la piccola Rita. In mezzo a questo, i pettegolezzi di chi, vedendoli insieme, ipotizza che ci sia una storia d’amore che entrambi, nonostante l’assidua frequentazione, smentiscono. Anche se Floriana Secondi, con il suo solito modo di fare ironico, lancia un sassolino: «Una storia d’amore in casa Secondi-Bedetti in effetti c’è!». Floriana, su dite si sta raccontando di tutto e di più. Prima si parla m di riavvicinamento ™ con il tuo ex, poi di frequentazione assidua con Roberto Bedetti dei Centocelle Che cosa c ’è di vero? «Sono abituata ormai da anni ai gossip che non hanno alcun fondamento. Iniziamo dal primo: non mi sto riavvicinando al mio ex, o meglio, non c’è nessuna storia tra di noi. Il fatto è che quando c’è un bambino di mezzo è giusto che i genitori abbiano rapporti civili, dialoghino e condividano anche momenti insieme. Poi, ognuno a casa sua, su questo non ci sono dubbi. Roberto Be-detti, invece, è un amico di vecchia data, non c’è una storia, anche se magari (ride, nrfr), prima o poi, vedremo i nostri cognomi stampati sullo stesso campanello!». »Ci conosciamo da tanti anni» Scusa, ma questo che cosa significa? «Scherzi a parte, vi dico da dove nasce il tutto, anche per farvi comprendere quanto ridicole a volte siano certe storie: mio figlio Domiziano ha scelto Beatrice, la figliadii Roberto, come fidanzatina e quindi capita spessissimo che io vada a casa loro a far giocare i bambini o loro a casa mia. Sono rimasta molto toccata, scossa, dalla storia di Roberto. Io ho sempre avuto simpatia per lui. Ci siamo conosciuti ormai tanti anni fa, ci capitava spesso di parlare dietro le quinte del Maurizio Costanzo Show e anche di uscire con amici comuni. Non ci siamo mai incontrati da soli, ci tengo a precisarlo, con noi ci sono sempre i bambini e in qualche modo mi sento di dovermi prendere cura anche di loro che sono piccoli e hanno la mamma in quelle condizioni…». Roberto non si rassegna, però le condizioni di sua moglie Stefania non sono, purtroppo, incoraggianti… «Quando c’è l’amore non si finisce mai di sperare. Roberto ha questa famiglia fatta di tre piccole donne che sono la sua forza quotidiana e, per questo, merita tutta la mia stima e il mio appoggio. So quando sia difficile crescere un figlio da single, figuriamoci crescerne tre e avere il pensiero che la loro mamma sia lì, senza poterli vedere, sen-iza sentirne l’affetto. Ma capisco anche la sua volontà e la forza di non staccare mai». «Però è ingiusto puntare il dito» Che cosa pensi che succederà? «Non so dire se succederà qualcosa che cam-bierà il corso delle cose, se questa donna prima o poi tornerà alla vita, ma so che quando all’interno di una famiglia si consumano questi drammi è la testa di ognuno che decide a che cosa aggrapparsi». E come sempre c’è chi ci ricama svi… «Volete sapere come la penso? Che non va condannato nemmeno chi pettegola. Io sono per il “vivi e lascia vivere”, e come voglio esser lasciata libera io, rispetto, anche se non condivido, perfinò chi per riempire una vita probabilmente vuota, deve farsi gli affari degli altri e magari inventarseli pure.* E una perdita di tempo, c’è chi ci gioca pure nel mondo dello spettacolo, e chi, come me va avanti e se ne frega. Trovo però che, in questa circostanza, proprio per la gravità di quello che stanno vivendo queste persone a me care, sarebbe giusto da parte di chi è sempre pronto a puntare il dito, lasciar perdere e andare a puntarlo altrove». C’è chi però parla tra voi anche di abbracci affettuosi… «Io sono affettuosa con tutti, sono una che cerca il contatto fisico. Il problema è di chi vive la sua vita nella continua ricerca di qualcosa di cui sparlare. Io sinceramente, sono affaccendata su altro».

Dissertation Writing Services Malaysia Top 10