Fabrizio Corona e Nicole Minetti: Le loro prigioni

20121218_corona_minetti

Strani i casi della vita, anche per le celebrità o presunte tali. Prendiamo due di queste, Fabrizio Corona e Nicole Minetti. Non più tardi di un anno fa se la spassavano allegramente insieme, coinvolti in una storia che, a giudicare dalle dichiarazioni di lui, era più di sesso che d’amore e, a giudicare dalla durata, è stata più una trovata autopromozionale a beneficio dei paparazzi che una vera infatuazione. Oggi, a distanza di 12 mesi, lui è rin chiuso nel carcere di Opera, beccato a gennaio dopo una tragicomica fuga per l’Europa a bordo di una 500 e destinato a scontare una dozzina di anni di carcere. Lei, invece, è fresca condannata in primo grado a 5 anni nel processo Ruby 2. In carcere, Nicole, non ce ancora andata, ma l’ipotesi che lei e Fabrizio si ritrovino dietro le sbarre è sì impossibile – visto che esistono istituti di pena per uomini e istituti di pena per donne – ma suggestiva. Provate a immaginare i due ex amanti che si sfiorano le punte delle dita da una parte all’altra delle sbarre, lui in cella, lei trascinata dai secondini in corridoio, sguardi languidi e qualche lacrimuccia… Scene impossibili, lo ripetiamo, ma ci piace fantasticare… E a quanti di voi, con il ditino, alzato, sono pronti a dire che è di cattivo gusto scherzare su persone in carcere diciamo 3 cose: 1. Se sono in galera per condanne definitive, come nel caso di Fabrizio Corona, significa che la legge ha emesso il proprio verdetto e uno è libero di scherzarci sopra o meno, il buon gusto non centra. 2. Se si tratta di condanne di primo grado, noi siamo garantisti per natura e scherzarci su può aiutare a rendere più leggero il peso della condanna stessa. 3. Scherzare per scherzare, lanciamo ai giudici un appello, appunto, scherzoso: assolvete Nicole in appello e in Cassazione! Se finisce in gattabuia lei, su cosa diavolo scriviamo noi che ci occupiamo di gossip?

Pagine: 1 2