Elisabetta Canalis, il dramma: “Ho perso il bambino”

elisabetta-canalis_650x447

I1 dolore e la speranza. Elisabetta Canalis ha perso il bambino che aspettava da Brian Per- ri, il chirurgo americano con cui fa coppia da meno di un anno. E da Los Angeles ha voluto annunciare la notizia più terribile via Twitter con un lungo e toccante post in cui ha raccontato lo shock dell’interruzione della gravidanza e poi ha ringraziato il compagno che le sta accanto: «So di essere fortunata perché ho un uomo speciale vicino a me che auguro a tutte di avere. Il futuro è pieno di sorprese e di felicità e ve ne auguro tantissima, io continuo a crederci…». «Tante volte avrei voluto condividere questa gioia immensa con voi, cioè l’arrivo di un bambino, ma avevo deciso di darmi del tempo, perché era ancora troppo presto e, come tutti mi avevano consigliato, “non si dice mai prima dei 3 mesi”. Ho passato delle settimane controverse, la stampa era arrivata a sapere del mio stato ancora prima che io stessa ne volessi parlare… questo succede quando si ha un’esposizione pubblica e non è colpa di nessuno. La gioia di poterlo gridare al mondo spettava comunque a me. Una felicità… incredibile». Prima la gioia a casa, poi il dramma, in un freddo studio medico: «Purtroppo la vita ti mette dietro l’angolo realtà che non ti aspetti e che è durissimo affrontare, anche se pensi di essere forte e preparata. Non si è mai veramente pronti a sentirsi dire che non c’è più battito e che si era fermato già tempo prima. Inutile dirvi come avevo programmato la mia vita in questi ultimi 3 mesi». Nelle ultime settimane Elisabetta aveva pubblicato su Instagram alcune fotografie che avevano fatto pensare al peggio: un risveglio commentato con le parole della canzone di Vasco «Vivere! anche se sei morto dentro». E poi un autoscatto con Brian, con un messaggio che riletto dopo l’annuncio assume un significato chiaro: «Grazie per proteggermi sempre amore mio e per essere al mio fianco ogni momento». La Canalis si è rivolta alle donne che come lei hanno subito il dramma della perdita di un figlio e il suo post è quasi una lettera aperta: «Chi ha passato quest’esperienza lo sa bene. E vorrei dire a quelle donne che ci stanno passando in questo momento di essere forti ragazze, perché la vita continua e non è colpa di nessuno e la Natura agisce per vie incomprensibili. Noi possiamo solo accettare. E voglio dirvi che vi sono vicina se state soffrendo come sto soffrendo io, inutile negarlo, si prova un dolore inspiegabile ma costante che fatica ad andare via».