Elisa Di Francisca: “Macchè trionfo a Ballando mi è andata molto male”

Non è certo una novità per Elisa Di Francisca sentire l’ebbrezza della vittoria e salire sul gradino più alto del podio. Stavolta, però, il suo trionfo è avvenuto sulla pista da ballo e non sulla pedana da scherma. La trionfatrice dell’ultima edizione di Ballando con le stelle ha tirato fuori femminilità e sex appeal e, forte delle nuove consapevolezze acquisite, è pronta a “toccare” con il suo fioretto il cuore di un nuovo principe azzurro. «Come un secchio d’acqua gelida» Che effetto ti fa questa vittoria? «È stato come ricevere un’improvvisa secchiata d’acqua addosso. Ovviamente ci speravo e, guardandomi attorno, mi ero resa conto che avevo buone possibilità per arrivare a giocarmi la finale, ma mai mi sarei aspettata di vincere. Ero davvero incredula quando ho visto la percentuale dei voti favorevole a me e Raimondo (Todaro, il suo prof, ndr). E credo che anche il pubblico a casa abbia percepito il mio ~ stupore». Da sportiva hai conquistato tante medaglie. Questa vittoria ha un sapore diverso?  «Certo, anche perché la vittoria è arrivata in una disciplina differente da quella a cui ho dedicato tutta la mia vita. Me la sono sudata ancora di più! È stato faticoso memorizzare i passi e imparare le coreografie. Siamo arrivati alla finalissima con i dodici balli nel cassetto e, già solo per questo motivo, tutti i concorrenti avrebbero meritato un premio». La medaglia d’argento è andata a un altro sportivo: Amaurys Perez. «Credevo che avrebbe vinto, se lo sarebbe meritato. È un uomo straordinario. Mi ha reso felice vedere due sportivi al rush finale. Amaurys è un ragazzone bello e con una montagna di muscoli, innamorato follemente di sua moglie e della sua famiglia. Poteva vincere». In famiglia come avete festeggiato la vittoria? «Ho voluto tutti i miei fa miliari con me in studio per la finale: mamma, babbo, sorella (Martina, ndr) e fratello (Michele, ndr). Hanno fatto dei sacrifici per esserci, visto che mio fratello fa scherma pure lui e si allena sempre, mentre mia sorella j ha una bimba. Anche loro era emozionati per la vittoria: chi piangeva, chi esultava e chi, come mia sorella, aveva talmente somatizzato la tensione da avere una forte nausea». «Non mi sento una top model» L’esperienza a Ballando quali nuove consapevolezze ti ha regalato? «Ha fatto uscire gli aspetti più nascosti di me, quelli che, forse, non sapevo nemmeno di avere. In primis, dolcezza e sensibilità. Infine, mi ha fatto sentire finalmente donna, permettendomi di sfoggiare parti del mio corpo che solitamente restano nascoste dalla mia tenuta sportiva abituale». Cosa fai se vuoi sentirti sensuale e femminile? «Indosso i tacchi alti, che adoro e che non posso certo usare in palestra…». Negli anni è cambiato il tuo rapporto con lo specchio? «Non credo di essere una top model, ma mi sono sempre accettata per quella che sono, senza farmi troppi problemi davanti allo specchio. Questo mi ha permesso di . . . trovarmi sempre a mio agio con me stessa, con il mio corpo e con gli altri». Che ricordo conserverai di Milly Cariucci? «Mi sono emozionata quando, mesi fa, mi ha inviato un messaggio di complimenti per la vittoria al campionato europeo di Zagabria. Anche lei ha un passato da sportiva e, forse, proprio per questo ci siamo subito capite. La ammiro, è una professionista instancabile che cura ogni dettaglio del suo programma. Con noi è stata disponibile e protettiva». In amore come vanno le cose? «Spero che il nuovo anno mi regali un’ottima stagione con la scherma, ma mi auguro anche di avere un nuovo amore. A Ballando con le stelle, da questo punto di vista, mi è andata male visto ~ che erano tutti impegnatissimi (ride, ndr)».