Diana del Bufalo: “Il mio sogno proibito è Rudy Zerbi”

E’stata una delle concorrenti più simpatiche e apprezzate delle ultime edizioni di Amici. E da allora ne ha fatta di strada, Diana Del Bufalo. L’abbiamo incontrata per farci raccontare la sua estate ricca d’impegni professionali e il suo futuro che profuma di fiori d’arancio… Diana, sei l’inviata speciale dal backstage del Music Summer Festival – Tezenis Live: una bella avventura, immaginiamo… «Sì, bellissima. Poter intervistare i grandi big della musica è straordinario ed emozionante». Ci racconti qualche aneddoto dei tuoi “incontri” con i cantanti? «Quando ho visto Mario Biondi mi sono sciolta. È davvero un grande e non si dà arie. Ero entusiasta e ho avuto la faccia tosta di scherzare con lui e di dirgli che la sua voce così sexy e calda aveva scatenato le mie fantasie. Lui è arrossito e si è messo a ridere. Poi, con il mio compagno d’avventura Andrea Dianetti dietro al backstage corriamo da una parte all’altra per intervistare i vari artisti. Naturalmente sono caduta spessissimo: una volta anche di fronte a Nek, che mi ha raccolto da terra. Quant’è bello pure lui!». A proposito di musica, è uscito il tuo singolo. «Si chiama Beep Beep (A Ha) e alla sua realizzazione hanno collaborato il mio fidanzato Francesco Arpino e il bassista Phil Spalding, che ha lavorato con artisti del calibro di Mick Jagger ed Elton John. Nel mio nuovo disco avrò persino un brano inciso, in origine, da Ray Charles ma che non è mai uscito». Sabato 27 luglio, invece, a Latina, sarai una delle mattatrici dell’attesissimo spettacolo Il Gospel incontra il Talenti che effetto ti fa? «Sono entusiastadi prendere parte a questa bella iniziativa che celebrerà un genere musicale fantastico come il gospel. Lo amo in modo particolare anche perché, quand’ero piccola, mia madre mi portò ad Harlem, a New York: rimasi stregata dalle voci che sentii in quelle chiese. Ero bambina, ma già allora amavo cantare. In questa occasione condurrò e canterò: sono le cose che amo fare di più e mi vengono molto naturali». «Che emozione incontrare Boldi» Merito anche di una “maestra” speciale come Maria De Filippi? «Certo, devo tutto a lei e ad Amici. Maria è una persona speciale, una che ti è vicina perché ci tiene sul serio: è un tesoro. Quando si è conclusa la mia avventura ad Amici 10, ha usato parole bellissime nei miei confronti e ha mostrato di credere in me: un vero onore visto che è la conduttrice numero uno in Italia». Ai tempi della tua partecipazione ad Amici 10 hai giocato a fare la corte anche a Rudy Zerbi. «L’ho sognato spesso e una volta ho persino creduto di incontrarlo. Era in moto, si è fermato sul grande raccordo anulare di Roma e io ho fatto altrettanto, immaginando che avesse bisogno di aiuto e ho urlato il suo nome. Peccato che il tipo in questione non fosse lui! Ma gli somigliava tanto. Il giorno dopo gliel’ho anche raccontato. Durante il programma eravamo molto complici e tra di noi si era creata una simpatica atmosfera. Penso ancora che sia un uomo molto affascinante e mi sento vicina a lui anche dal punto di vista musicale». Quest’anno hai anche esordito sul grande schermo al fianco di Massimo Boldi in Matrimonio a Parigi. «Non avevo mai studiato recitazione e ho fatto il provino con incoscienza. C’erano attrici giovani, ma già con un curriculum di tutto rispetto, pensavo di non avere speranze. Quando mi hanno detto al telefono che ero stata presa, ho urlato di gioia. Il giorno dopo ero in ufficio per firmare il contratto e, all’improvviso, ho sentito una mano sulla spalla. Era quella di Massimo Boldi: credevo di svenire per l’emozione. Lavorare fianco a fianco con un grande attore come lui, che avevo sempre visto solo in Tv e al cinema, mi ha elettrizzato». Come ti ha conquistata il tuo fidanzato, Francesco Argino? «È stato merito del mio amico Davide Papasidero, un bravissimo cantante che ha partecipato anni fa a X Factor e che sarà còn me nello spettacolo gospel di Latina. Io ero la corista di un suo singolo, mentre Francesco l’arrangiatore. Quando l’ho visto per la prima volta, non mi piaceva per niente: aveva un’acconciatura stranissima e indossava un’orrenda casacca di velluto blu. Sembrava Mago Merlino, credevo fosse matto». Sogni i fiori d’arancio? «Francesco mi ha già chiesto di sposarlo. Me lo dice ogni volta che mi abbraccia. Anche a me piacerebbe, ma aspetto la dichiarazione ufficiale e l’anello di fidanzamento! ».