Database sul Web senza sforzo adesso si può con FileMaker 13

FileMaker13

Il numero 13 negli Usa è considerato un portasfortuna, ma FileMaker evidentemente non si cura della superstizione e ha deciso di non interrompere la numerazione progressiva del suo database desktop multipiattaforma. Cosi a circa un anno e mezzo dal lancio di FileMaker 12 è arrivata la release 13, con oltre 50 novità. La prima è WebDirect, che prende il posto di Pubblicazione Web istantanea e permette di pubblicare sul Web una versione Html5, estremamente fedele sia nella funzionalità sia nell’aspetto, di qualsiasi soluzione database creata con FileMaker (consente addirittura di inserire file con il drag and drop nei campi contenitore). Le modifiche effettuate quando si lavora sulla versione Web vengono applicate immediatamente, senza dover ricaricare la finestra del browser. FileMaker 12 aveva introdotto i temi, una buona idea implementata in modo non ottimale: non si potevano creare nuovi temi, ma solo personalizzarne i controlli limitatamente alla soluzione in corso di sviluppo. I temi in dotazione sono passati da 40 a 51 ed è anche possibile modificarli, salvarli e riutilizzarli. FileMaker 13 permette poi di applicare ai temi uno stile (cioè un gruppo di colori, font e dimensioni dei font), anch’esso personalizzabile e riutilizzabile, in modo da facilitare lo sviluppo di soluzioni coerenti nell’aspetto. Questa edizione supporta un maggior numero di comportamenti iOS, compresi i controlli a scorrimento, i popover e la capacità di scorrere i record mediante gesti, e permette di creare layout per iPad e iPhone in un unico passo. I database possono essere cifrati con AES a 256 bit; l’opzione può essere attivata solo tramite la versione Pro Advanced. Sono poi presenti tante altre migliorie, come la capacità di visualizzare o nascondere oggetti su uno schermo in base alla logica di business. Il server, ora offerto in un’unica versione, vanta una nuova console di amministrazione in Html, più semplice ed efficiente. Un cambiamento notevole riguarda l’approccio al licensing: per la prima volta è possibile non solo acquistare una licenza perpetua del software ma anche affittarlo con canone mensile; inoltre anche le connessioni simultanee (offerte in pacchetti da 5) alle soluzioni pubblicate tramite Web Direct o utilizzate tramite l’App gratuita File Maker Go per iPhone e iPad prevedono il pagamento una licenza annuale.