Cristina Chiabotto: La modella parla dell’attrazione fatale che la lega al suo compagno

L’altare può attendere. Ma la cicogna no. Nonostante i quasi I nove anni d’amore con Fabio Fulco, Cristina Chiabotto non sembra aver fretta di indossare l’abito bianco. Né di camminare sull’altare insieme a quello che considera l’uomo della sua vita. Su un’altra questione, invece, non ha dubbi: il suo desiderio di maternità. A Nuovo l’ex Miss Italia aveva confessato che la passione per i bambini l’aveva portata in Madagascar. Nell’isola africana, infatti, ha adottato a distanza una bellissima ragazzina di nome Porti- na. «Questa è una scelta che ho voluto fare da sola. E non escludo in futuro di adottare un’altra creatura proprio insieme al mio compagno, perché non c’è cosa più gratificante che dare affetto a chi non ne può ricevere. Verso i bimbi ho sempre avuto un amore fortissimo. Probabilmente questa passione si può ricondurre al mio desiderio di maternità. Un desiderio che spero comunque di esaudire presto: i piccoli sono la cosa più pulita e bella che esista al mondo, angeli che vanno protetti», ha raccontato. Da un anno Cristina è ambasciatrice di Sos Villaggi dei Bambini Onlus, l’associazione impegnata nella lotta per l’infanzia in difficoltà in Italia. «L’adozione a distanza è una mia iniziativa, ma so che io e il mio compagno avremo tanti bambini», rivela la showgirl, che accanto all’attore napoletano si sente finalmente serena e appagata. Era il 2005 quando la Chiabotto, incoronata l’anno prima a Miss Italia, partecipò a Ballando con le stelle. Galeotto per lei fu lo show dove s’innamorò di Fulco, concorrente anche lui. Oggi è reduce dal successo su La5 del programma di moda Tacco 12, in cui ha potuto esprimere la sua passione per le scarpe e per gli accessori. Ma non solo: perché nelle ultime settimane si parla sempre con insistenza delle imminenti nozze con Fabio. Però Cristina, che Nuovo ha incontrato, ha le idee molto chiare su questo argomento.Cristina, tu e Fabio state insieme dal 2006. Molte coppie sostengono che, quando una relazione va avanti da parecchio tempo, la passione piano piano si affievolisce. Nel vostro caso è così? «Molti mi chiedono quale sia il segreto per tenere vivo il rapporto dopo tanti anni che si sta insieme. Io sinceramente non so se esistano regole particolari o principi da manuale per poter prolungare la voglia di stare insieme al proprio partner. Il rapporto tra me e Fabio è nato in maniera del tutto spontanea. Sin dall’inizio, infatti, nessuno di noi ha avuto la smania di esibire la nostra storia d’amore. Lui è un napoletano che si porta dietro tutta la passionalità tipica dell’uomo del Sud. Ma anch’io, per metà, sono meridionale, avendo origini beneventane. Il nostro rapporto si basa su tanto fuoco, insomma, ma anche su un pochino di acqua…». Persino i settimanali rosa sono stanchi di rincorrere le voci del vostro matrimonio perché puntualmente voi le smentite. Ci puoi dire come stanno davvero le cose? «Ogni donna sogna il matrimonio e questo è anche il mio desiderio personale. Mi auguro di potermi realizzare presto come donna di famiglia perché nella vita – dalla quale ho ricevuto solo regali meravigliosi – non esiste solo la carriera. Né a me né a Fabio, però, piace sedere a tavolino e pianificare quelli che, nella relazione di coppia, sono e- venti naturali. Insomma: quello che sarà, sarà…». Fabio, che è considerato uno degli attori più affascinanti del piccolo schermo, ha detto che sei tu a non volerti sposare. Perché esiti? «Sono forse da buttare io? Dite che lui è ammirato e corteggiato. E io non vengo guardata da nessuno? Allora devo darmi da fare. Sto rischiando… (Ride, ndr)». Come immagini il giorno delle tue nozze? «Quando e se succederà, non sarà un matrimonio da vetrina. Non escludo nemmeno di recarmi in chiesa con il mio sposo alle sei del mattino per non dare nell’occhio. Il giorno delle nozze deve essere in linea con il mio stile, che non è certo quello di mettermi per forza in mostra». Parliamo di maternità. Hai adottato a distanza una bimba del Madagascar: è un primo passo per soddisfare il desiderio di essere madre? «E una esperienza meravigliosa. Ho sempre detto che mi piacerebbe diventare mamma perché adoro i bambini. Ho avuto la fortuna di poter contare su una famiglia solida, su genitori come i miei, straordinari, che mi hanno saputo trasmettere grandi valori. Nel mio intimo sono sicura di poter essere una brava mamma quando avrò anch’io il mio bambino. Almeno lo spero». Tu sei il volto ufficiale del canale della Juventus. Di recente sia Andrea Pirlo sia Gigi Buffon sono stati al centro del gossip per vicende legate alla loro vita privata. Che idea ti sei fatta? «Non entro nel merito di queste due vicende per la delicatezza che il caso impone. Posso solo dire che sarebbe preferibile che la stampa ci andasse cauta, soprattutto quando ci sono di mezzo i figli che sono i primi a soffrire in queste situazioni. Ci vuole rispetto per i minori. Per quanto riguarda invece la mia esperienza nel canale Jtv posso dire che sono molto contenta. Oramai, da juventina quale sono, seguo la squadra in tuta». Per lavoro devi essere sempre truccata e vestita in un certo modo. Ma nella vita di tutti i giorni il tuo look è lo stesso? «Amo le cose semplici. Sto bene nei miei jeans o con i leg- gings e le scarpe basse e comode. Poi dipende dai contesti. Ci sono serate in cui il look è la cosa che conta di più e allora mi adeguo». Citando il nome del tuo programma, Tacco 12, c’è stata qualche occasione in cui avresti volentieri calpestato qualcuno? «No, perché non mi sono mai imbattuta in persone cui avrei fatto una cosa simile».Hai mai ricevuto proposte indecenti? O ti sei trovata in situazioni sgradevoli? «Ho avuto sempre la sensibilità e l’intuito, ovvero il cosiddetto sesto senso, di capire quando evitare qualcosa che non mi si confaceva. Insom- ma, non mi sono mai trovata di fronte a persone sgradevoli. Se però mi pestano i piedi, io mi so difendere». Quando ti rivedremo sul piccolo schermo? «Sarò impegnata con la seconda edizione di Tacco 12, il programma di moda di La5 dedicato al pubblico femminile. La cosa divertente è vedere le trasformazioni delle concorrenti che, alla fine di ciascuna puntata, vengono cambiate e valorizzate. Tacco 12 è fatto su misura per me, insomma, è un programma che mi calza a pennello vista la mia passione per gli accessori e per le nuove tendenze». Tante ex Miss Italia sono diventate attrici famose, impegnate nelle fiction televisive. A te non interessa il mondo della recitazione? «Mi piacerebbe molto anche se, in tutta sincerità, quando si accende la spia rossa delle telecamere per la conduzione, mi sale un’adrenalina speciale. Non so se questa cosa avverrebbe anche per la recitazione che, al contrario, richiede una grande preparazione. Mai dire mai perché la vita mi ha sempre riservato delle piacevoli sorprese e so che potrà stupirmi ancora».