Cristiano Ronaldo: Curiosità e manie del bomber che ha da poco conquistato il Pallone d’oro. Commuovendo tutti…

Ha il viso di un ragazzo che, anche se è a un passo dei 29 anni (li compirà il 5 febbraio), in fondo non è cresciuto mai. Eppure le lacrime che gli hanno gonfiato gli occhi di fronte a milioni di telespettatori nel giorno della conquista del suo secondo Pallone d’Oro ci hanno mostrato un Cristiano Ronaldo diverso da quello spavaldo che abitualmente vediamo sui campi di calcio. Il goleador del Real Madrid e del Portogallo non sembrava un presuntuoso Peter Pan né un’implacabile macchina da gol, ma piuttosto un uomo normale e sensibile che, travolto dalle emozioni, non ha avuto paura di lasciarsi andare. Metti una sera con tuo figlio e Pelé Accanto a CR7 (come l’hanno soprannominato usando le sue iniziali e il numero della maglia), per condividere il momento più bello c’era suo figlio Cristiano Ronaldo Jr. In una tenerissima scena, i due sono saliti sul palco tenendosi stretti mano nella mano, con il mitico Pelé che si è lasciato conquistare dal bambino prendendolo in braccio. CR Junior deve ancora compiere 4 anni e sulla sua nascita girano molte leggende: le ipotesi più verosimili sostengono che sia stato concepito attraverso una maternità assistita oppure in una breve relazione con una cameriera. Lui e Irina? Intimissimi Genitore affettuoso, fenomeno sul campo, ma anche bellissimo. E allora Cristiano non poteva che avere accanto a sé una delle donne più belle del mondo. È la modella russa Irina Shayk, che ha fatto rischiare l’infarto a molti uomini con i suoi spot per Intimissimi. I due si sono conosciuti nel 2010 grazie alla campagna pubblicitaria di Armani, di cui entrambi erano testimonial. Se Cristiano è una star, Irina non è da meno: a Zurigo il suo abito mozzafiato è stato uno degli argomenti più chiacchierati dopo la consegna del premio. Un passato da vero playboy Prima di diventare il fedelissimo compagno di Irina, Ronaldo è stato un formidabile latin lover. Anzi, addirittura un re del gossip, visto che si contano 28 flirt prima di quest’ultimo fidanzamento. Il goleador può vantare una ricchissima parata di ex, tra cui Paris Hilton, Maria Sharapova e Raffaella Fico. Aiutati che il gel t’aiuta L’arma vincente del campione portoghese è senza dubbio l’impeccabile look da bravo ragazzo. Con qualche concessione all’eccentricità: nel corso degli anni sono 11 le differenti acconciature che ha sfoggiato. A proposito: durante i Campionati europei del 2012 su Internet ci fu uno scambio di infuocatissimi tweet tra la modella Bar Refaeli, che criticava l’eccessivo uso di gel da parte del calciatore, e Irina che invece difendeva a spada tratta il compagno. Non è la sola ad amarlo tutto «imbrillantinato»: su YouTube esistono perfino dei video che spiegano come pettinarsi «alla Cristiano Ronaldo». Un intero stipendio ogni ora Parliamo di soldi: sapete quanto guadagna Ronaldo? La bella cifra di 32 euro al minuto! Tutto merito del nuovo strabiliante contratto che ha firmato lo scorso 17 settembre con il Real Madrid, la squadra in cui milita dal 2009. In base al nuovo accordo, fino al 2018 l’attaccante riceverà 17 milioni di euro all’anno: quasi 47.000 euro al giorno, quasi 2.000 all’ora. Anche quando dorme o guarda la tv. E con gli sponsor quasi raddoppia… Da grande vuol restare in mutande Nonostante sia all’apice della carriera, Cristiano sta già pensando al futuro e quindi ha deciso di entrare nel mondo della moda. A fine ottobre ha lanciato una sua linea di abbigliamento intimo maschile, «CR7 Underwear», realizzata con lo stilista americano Richard Chai. Come vedete qui accanto, come testimonial ha scelto… se stesso! E oggi con che macchina esco? Altra grande passione dell’asso lusitano sono le auto di lusso. Possiede una collezione da sogno (circa una quindicina di esemplari) che comprende tra l’altro una Ferrari 599 GTB Fiorano, un bolide che supera i 300 all’ora, e una Lamborghini Aventador. Valore complessivo di questo parco auto? Circa 4,6 milioni di euro. Un vero monumento del calcio La fama di Ronaldo è cresciuta a tal punto che molti Musei delle cere di Madame Tussaud (tra cui quelli di Berlino, Londra e New York) ospitano opere che lo riproducono. In Spagna, però, sono andati oltre: per la campagna pubblicitaria del 2010, la Nike costruì una statua argentata alta 10 metri in Plaza de Ramales, nel centro di Madrid. Per l’occasione, la piazza fu ribattezzata «Praça de Ronaldo». L’omaggio durò pochi giorni, ma chissà che in futuro quella statua non torni per sempre…