Con Belen arriva Babbo Natale

L’anno scorso Belen Rodriguez aveva lasciato di stucco ! parecchi italiani dicendo che anche lei, a causa della crisi, pativa privazioni: «Guadagno bene, ma c’è stata una grande riduzione dei cachet in Tv. Anche noi dello spettacolo la soffriamo». Naturalmente ognuno ! accusa difficoltà a seconda del tenore di vita cui è abituato, ed evidentemente Belen è abituata bene. Sarà per questo che, in vista dello shopping di Natale, rimasta orfana del piccolo schermo dopo Italia’s Got Talent, qualche settimana fa è comparsa a Garlasco, in provincia di Pavia, per fare un’ospitata in discoteca, attività che agli esordi le aveva fruttato parecchio. E così, ballando sul cubo e distribuendo autografi e sorrisi dall’una e trenta alle tre del mattino, ha racimolato quel minimo di bigliettoni (il suo cachet per comparire nei locali si aggirerebbe, secondo i bene informati, sui 15 mila euro all’ora) che le consentissero di far trovare a parenti e amici un “pensierino” sotto l’albero. Dopodiché, tutta contenta, indosso una micro gonna scozzese e calze velate con cui sfidare il gelo di Milano, è andata con un’amica a fare shopping in via Montenapoleone, che non è propriamente la strada dove si affollano gli italiani costretti a contare il centesimo. Prima ha fatto un salto nella gioielleria Sabbadini (la stessa dove aveva comprato il girocollo di diamanti sfoggiato alle nozze con Stefano De Martino) dove, probabilmente, ha scelto il luccicante e costosissimo dono che desidera per Natale dal neomarito. Poi è andata da Yves Saint Laurent dove avrà speso in un colpo solo un bel gruzzoletto acquistando hand bag di tutti i colori per la mammà Veronica, per la sorella Cecilia, per le amiche. Quindi, esausta, si è concessa una pausa da Nespresso dove s’è soffermata a guardare le macchinette per il caffè, forse sperando di veder sbucare tra le cialde George Clooney in persona, ex della sua amica Elisabetta Canalis. Niente da fare, il bellone d’Oltreoceano non s’è materializzato e l’argentina s’è dovuta accontentare di una commessa cui ha chiesto informazioni su un nuovo modello di elettrodomestico che, probabilmente, vuole piazzzare nel superattico in corso Garibaldi dove vorrebbe trasferirsi con Stefano e Santiago. Nonostante si sia lamentata d’essere rimasta disoccupata (lagne che le son valse lo sberleffo di Lucignolo, che le ha fatto trovare sotto casa un gruppetto di persone pronte a offrirle un impiego), l’argentina, punta sempre in alto, scegliendo un appartamento al trentesimo piano di un grattacielo in una delle zone più glamour del quadrilatero della moda.