Clamoroso Berlusconi ha detto si: Pier Silvio può spsosare la Toffanin

C’è un rito in casa Berlusconi che non tramonta mai. Cigni lunedì, davanti al caminetto della villa di Arcore, che in questa stagione rimane spento, Silvio riunisce tutti i suoi figli per fare il punto sulle questioni più strettamente riservate. Seduti l’uno accanto all’altro a tavola, come i cavalieri di re Artù, ci sono tutti: Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora e Luigi. Ed è in uno di questi incontri che l’ex premier avrebbe ribadito ai suoi ragazzi quello che ha già ufficializzato alla stampa: non ha alcuna intenzione di coinvolgerli in politica. «Resto io a guidare il partito, la questione è chiusa», ha annunciato il capofamiglia. Ma stavolta sarebbe andato oltre e, in uno dei suoi slanci pieni di ottimismo, avrebbe preso da parte il primo maschio della discendenza, invitandolo a fare quello che la fidanzata Silvia Toffa- nin aspetta da tempo: andare all’altare. Tanto più che il Cavaliere ha raggiunto anche l’accordo di separazione con Veronica Lario, mettendo un punto sulle questioni legate alla (immensa) eredità. Ora che il pericolo di vedersi stravolgere la vita dalla politica è scongiurato, Pier Silvio non ha più motivi per rimandare la data delle nozze. E forse il rampante vice- presidente di Mediaset non aspettava altro che il disco verde di papà. Essere ufficialmente fuori dalla lista dei papabili alla guida del partito finalmente lo libera di un peso non da poco. Soprattutto perché diventare leader di Forza Italia non è mai stato un suo sogno. «La politica non è una questione di successione, ma di esperienza e competenza», ha sempre sostenuto Pier Siivio. E quando gli è stato chiesto un parere sull’eventuale discesa in campo della sorella Marina, è stato altrettanto perentorio: «Mi auguro che non lo faccia e lo dico da fratello». Lui per la sua vita ha ben altri progetti. In cima ai suoi pensieri c’è sempre e solo la famiglia: la compagna Silvia, conduttrice di Verissimo, con lui da tredici anni, e il loro Lorenzo Mattia, che il 10 giugno ha festeggiato il quarto compleanno. Quando non è seduto alla scrivania a stabilire le strategie del Biscione, questo ragazzone tutto muscoli e disciplina ama trascorrere ogni istante libero con i suoi due amori. Le giornate sono tutte casa e ufficio. Con qualche vacanza a Portofino, tutti e tre, a bordo del loro fantastico yacht: un 37 metri del valore di 18 milioni di euro. Una vita invidiabile, nessun dubbio. Ma tranquilla in tutto e per tutto. Tanto che sulla sua impeccabile serietà,che lo fa sembrare molto più maturo dei suoi 45 anni, il capostipite Silvio è pronto a mettere la mano sul fuoco: «Sai cosa combina e sai dove trovarlo», ha detto di lui il Cavaliere che, nonostante la passione per le battute a effetto, questa volta non si è allontanato per niente dalla verità. In effetti la giornata tipo di Pier Silvio è a dir poco scientifica: sveglia all$ 7 in punto, caffè e lettura dei giornali, almeno mezz’ora di ginnastica con pesi e attrezzi in palestra. Poi via verso gli uffici di Cologno dove arriva alle nove in punto per restare fino a sera. Certo, in passato si è divertito anche lui. Di flirt negli anni gliene hanno attribuiti tanti: Carol Alt, Valeria Marini, la stessa Natalia Estrada, che è stata a lungo legata allo zio Paolo Berlusconi. Pier Silvio, da vero gentleman, non ha mai confermato. Di sicuro è stato fidanzato con la modella Kristen Pa- zik, che adesso è sposata con l’ex calciatore del Milan Andriy Shevchenko. Ma da quando ha conosciuto la ex letterina Toffanin, che lui stesso ha convinto a trasformarsi in giornalista invece di puntare solo sulla bellezza, la sua vita è diventata ancora più “quadrata”. Dopo il fidanzamento ultra decennale, l’idea sarebbe quella di “regolarizzare” l’unione. I tempi sembrano maturi: scacciata per sempre l’ombra della politica, il secondogenito di Berlusconi ha la testa sgombra da pensieri e tanta voglia di sorridere. Si appresta a lasciarsi alle spalle una stagione impegnativa che 10 ha messo a dura prova. Si è occupato personalmente della spending review interna all’azienda, analizzando voce per voce tutte le spese superiori ai cinquantamila euro. E nonostante una crisi senza precedenti, al ritorno dalle vacanze si preparerà a centrare almeno tre obiettivi importanti: aumentare 11 bacino di pubblico, rafforzare la presenza sulla Tv a pagamento e puntare deciso sui contenuti internazionali, dalle fiction al grande cinema. Dunque sembra arrivato il momento di inginocchiarsi, con un bel brillante nel palmo della mano, e chiedere a Silvia di sposarlo. Non ci sono più scuse. E se il consiglio a darsi una mossa arriva direttamente da papà Silvio, uno che versa ogni mese un assegno “provvisorio” di 1 milione e 400 mila euro all’ex moglie Veronica e che a- vrebbe mille motivi per sconsigliare al figlio di compiere il grande passo, allora significa che è davvero la cosa giusta da fare. Dopo cinque eredi e sette nipoti (l’ultimo, Riccardo, glielo ha dato la figlia Eleonora con il compagno Guy Binns), il Cavaliere non si sentirebbe ancora del tutto appagato. Ha voglia di belle notizie per bilanciare i brutti pensieri che certamente non gli mancano: il lungo elenco dei processi aperti a suo carico; la condanna ai servizi sociali che lo limita nella sua libertà; il gradimento del partito da risollevare dopo il flop alle elezioni europee. Qualche motivo in più per sorridere non guasterebbe. Le nozze di Pier Silvio e della compagna riporterebbero i Berlusconi sulle prime pagine dei giornali non per fatti di cronaca giudiziaria o politica, ma finalmente per un lieto evento. In fondo, chi li conosce parla di una relazione solida, tenuta in piedi grazie al loro essere complementari. Non amano la frivola mondanità, adorano fare sport e preferiscono il rumore delle onde del mare a quello dei flash dei paparazzi. Ed entrambi, per lungo tempo, non hanno voluto sentir parlare di matrimonio. «Nostro figlio corona l’unione più di qualunque foglio di carta», ha confessato la Toffanin. «Non escludo di sposarmi, un giorno, ma non ho una motivazione religiosa che mi spinge a farlo», aveva confermato Pier Silvio. Eppure adesso qualcosa è cambiato. È come se l’invito esplicito del capofamiglia fosse una chiamata alle armi alla quale non si può più dire di no.

1 Comment

  1. orenbuch

    13 giugno 2014 at 14:45

    @SILVIO:che peccato che tu non voglio di mi,si tu mi domanda de ti sposare?subito tesoro SILVIO,Piersilvio e bello,anche te figli,ma tu e unico,tu mi piace,quando io vedo tuo viso d’amore mi fa il bene,ma si io puoi ti bacio che felice,peccato,tu non voglio,io sogno di te SILVI <3