Ci pensa Rocco: L’attore aiuta le coppie in crisi a riaccendere la passione

Cielo lancia una nuova sfida. Da martedì 5 novembre, alle 23, arriva Ci pensa Rocco: il programma vedrà il celebre pomodivo Rocco Siffredi alle prese con i dubbi e i problemi di dodici coppie in crisi. Con una buona dose di ironia, Rocco tenterà di aiutarle a riaccendere la passione e a riscoprire l’intesa di un tempo. «Non sarò né uno psicologo, né tanto meno un terapista del sesso: metterò a servizio degli altri la mia esperienza personale », spiega Rocco. Che cosa puoi anticiparci dello show? «In ogni puntata conoscerò una coppia in crisi che inizierà con me un percorso di autoanalisi, suddiviso in due fasi. Nella prima, sottoporrò | entrambi i partner a una vera e propria terapia d’urto, costringendoli a fare i conti con i problemi più gravi che hanno portato al “raffreddamento’’ del rapporto. Nella seconda, ‘ invece, indicherò nuove regole ] di convivenza per reimpostare nella giusta maniera il rappor- [ to e riscoprire la passione». «Non cadete mai [ nella routine») • Qual è l’errore che le cop-1 pie commettono più spesso? i «Quello di cadere nella I routine e di lasciarsi sopraffare dalla noia. Molte persone vedono la convivenza e il matrimonio come dei punti di arrivo: spesso non si rendono conto che, così facen-1 do, costruiscono la tomba del loro amore. Non bisogna mai smettere di essere sexy e di stupire la persona che si ama, conquistandola ogni giorno». Come sei stato accolto dalle coppie che hanno chiesto il tuo aiuto? «Mi hanno aperto le porte delle loro case come se fossi “uno di famiglia”. Sia gli uomini che le donne mi hanno confessato i loro segreti più intimi, quasi fossi un prete. Questo mi ha lasciato senza parole. Sinceramente non so se anche io avrei fatto lo stesso, e se mi sarei aperto così tanto di fronte a uno sconosciuto». Che cos’è per te la trasgressione? «È un concetto molto difficile da definire. Credo che ogni persona possa farsene un’idea diversa in base al livello di trasgressione che ha raggiunto. Può essere trasgressivo darsi un bacio in un luogo insolito, 0 fare l’amore in auto con il rischio di essere visti e scoperti, ma anche tanto altro. Trasgredire significa fare qualcosa di nuovo e inaspettato ed è la migliore “medicina” per una | coppia in difficoltà». «Ho fatto l’amore sotto le stelle» Che cosa hai fatto l’ultima | volta che hai trasgredito? «L’estate scorsa ero in va- I canza con mia moglie (Rózsa Tassi, ex attrice hard, ndr) a Formentera. Una sera ho “dirottato” il motorino verso una spiaggia isolata e abbiamo fatto l’amore sotto le stelle come due ragazzini. Per tre giorni Rózsa era come in un altro mondo e non smetteva [mai di pensare all’esperienza insolita che avevamo vissuto. In amore bisogna sa- ^ per rompere gli schemi _ per evitare che uno dei due finisca per stancarsi». Siete mai stati in crisi? «Con mia moglie, come tutte le coppie, abbiamo avuto i nostri momenti di difficoltà, ma non siamo mai arrivati al punto di dover parlare di divorzio. La crisi più grande l’abbiamo vissuta quando ho smesso di lavorare come attore di film a luci rosse e per un anno ho fatto sesso con una miriade di prostitute in giro per l’Italia. Non riuscivo a frenarmi: il mio unico desiderio era quello. Rózsa ha capito il mio . problema e mi è stata vicina, j aiutandomi a uscire dal tunnel j della dipendenza sessuale». I tuoi figli Lorenzo, di 17 1 anni, e Leonardo, di 14, come vivono il tuo mestiere? «Li ho sempre portati con me, ovviamente non sul set dei film, e così hanno condiviso il mio ambiente lavorativo. Alle fiere dell’erotismo mi vedevano attorniato da belle ragazze | e per loro è sempre stato naturale avere quell’immagine I del loro papà. Il più grande è | anche un po’ bacchettone, perché vieta alla sua fidanzata di I indossare abiti troppo sexy e scarpe con il tacco. Ma sono felice, perché ha la mia foto appesa sulla porta della sua camera: per lui rappresento un mito. Se un giorno i miei figli mi dovessero chiedere perché ho scelto di diventare un attore hard, risponderò con molta naturalezza dicendo: “Perché è quello che ho sempre sognato di fare!”». Hai già individuato un tuo erede nel mondo dell’hard? «Per ora no. Ho conosciuto James Deen (attore hardl più richiesto del momento di origine americana, ndr). È un bravo professionista, molto sicuro di se stesso. E minuto, però se lo metti in mezzo a dieci “colossi” è lui a dominare la scena: è un attore con gli “attributi”!».