Cessione del quinto dello stipendio 2016

Cessione del quinto dello stipendio: a chi è rivolta?

A Dissertation Propsal Lavoratori dipendenti e pensionati che desiderano ottenere un finanziamento possono ricorrere alla enter cessione del quinto. Una particolare tipologia di prestito personale che consente di accedere al credito grazie alla presenza di un reddito da lavoro.

http://loovharidus.ee/getcustomessay-combuy-essay/ getcustomessay combuy essay Il rimborso delle mensilità avviene tramite http://tahupac.org/writing-custom-tag-library/ decurtazione della rata dallo stipendio o dalla busta paga del richiedente. Come suggerisce il nome, la rata non può superare la quinta parte del reddito mensile al netto delle tasse. Il tasso di interesse è fisso e la durata del finanziamento non può estendersi oltre 10 anni.

see A differenza di quanto avviene con i tradizionali prestiti personali, http://bluntmax.com/expected-findings-research-proposal/ expected findings research proposal le rate non sono rimborsate dal debitore, bensì ad opera del datore di lavoro o dell’ente previdenziale che eroga la pensione. Questo che si impegna a decurtare la rata dalla reddito mensile del debitore e a versarla all’istituto di credito che eroga il prestito.

Modalità di rimborso cessione quinto: differenze con altri finanziamenti

La cessione del quinto dello stipendio è una metodologia di prestito che si differenzia dalle altre per la tipologia di rimborso delle rate. Il sistema standard, utilizzato per la maggior parte dei prestiti personali, prevede normalmente l’utilizzo del RID, http://stjohns.lambdaphiepsilon.com/download-microsoft-windows-7-office-software-32-and-64-bit/ Rapporto Interbancario Diretto, ossia l’addebito sul conto corrente della rata mensile, oppure il pagamento di bollettini postali precompilati e forniti all’atto della stipula del contratto di finanziamento. Quest’ultimo metodo, in realtà, è sempre meno utilizzato.

Cessione del quinto con garanzie: la normativa

Grazie alla particolare struttura di questa tipologia di finanziamento, per la cessione del quinto follow url non è necessaria la presentazione di garanzie reali. Il prestito trova tuttavia una qualche forma di garanzia nel TFR maturato dal lavoratore dipendente o nella pensione spettante al pensionato.

Elementi che hanno una funzione di tutela per l’istituto finanziatore a fronte dei rischi di go site perdita del posto di lavoro, infortunio e morte del beneficiario prima del completo rimborso del prestito.

La normativa vigente prevede inoltre la sottoscrizione di http://retard-de-regles.com/pay-someone-to-do-your-homework/ una polizza obbligatoria contro rischio vita e rischio impiego (quest’ultima solo per i lavoratori dipendenti). L’assicurazione garantisce, in caso di insolvenza, la copertura dell’importo ancora dovuto ed eventualmente eccedente il TFR maturato dal debitore.

Cessione del quinto dello stipendio Inps: prestiti pluriennali garantiti e diretti

Troviamo poi i prestiti pluriennali che a differenza dei piccoli prestiti possono essere erogati sia dall’Inps che da follow link banche in convenzione. I finanziamenti concessi dall’istituto si dicono diretti, mentre gli altri prendono il nome di “prestiti garantiti”. In quest’ultimo caso, infatti, home page l’Inps garantisce il finanziamento contro i rischi di riduzione dello stipendio, cessazione dal servizio senza diritto alla pensione e decesso dell’iscritto prima dell’estinzione.

Per quanto riguarda i prestiti pluriennali diretti, questi consentono di accedere a somme anche superiori a 10 mila euro e sono chicken business plan erogati http://mudanzaspt.com/?business-plan-writers-singapore business plan writers singapore solo a fronte specifiche necessità rientranti nelle casistiche del Regolamento Prestiti Inps. Possono ottenere il credito solo dipendenti e pensionati pubblici iscritti al Fondo credito Inps, con un’anzianità di servizio di almeno quattro anni. Il tan è fisso al 3,50%.