Cecilia Rodriguez: Molla il fidanzato ma è ottimista

http://www.sodascore.com/homework-websites-for-students/ By on 23 agosto 2013
cecilia-rodriguez

spelling homework worksheets Dolce e affettuosa, consapevole di aver scoperto il suo lato materno, nonostante la giovane età. Per Cecilia Rodriguez la prima estate da zia è la più bella di tutte. Con la sorella Belén, Stefano De Martino e le loro famiglie sono volati a inizio stagione a Formentera, «l’isola magica», come la definisce lei. Qui, fra bagnetti e giochi nel mare azzurro delle Baleari, la piccola Rodriguez sta imparando a conoscersi* meglio, ora che la storia con il fidanzato storico, l’avvocato argentino Sebastian Perez Bianco, è finita. E pensare che, prima della rottura, lei stava persino pensando di tornare a vivere a Buenos Aires. «È finita a causa della distanza» Cecilia, come mai vi siete lasciati? Eri molto legata a Sebastian… «E finita come finiscono le altre storie d’amore… la distanza e la maniera diversa di pensare e di affrontare le cose. E vero, ero molto legata a lui. E stato un grande amore, ma purtroppo la vita è così, niente dura per sempre». Nemmeno l’amore per un nipotino? «Quell’amore non se andrà mai! La famiglia è la famiglia. E poi lui… mamma mia, penso che se regalasse un sorriso anche a te, ti innamoreresti quanto me. Quando avevo deciso di tornare a casa in Argentina era la cosa che mi angosciava di più: non vederlo crescere giorno dopo giorno! Invece la vita mi regala l’opportunità di godermi ogni momento con lui». Passi molto tempo con lui. «Per fortuna sì!». Che cosa vorresti insegnargli, in quanto zia? «A sorridere tutti i giorni, perché un giorno senza sorriso è un giorno perso. Per il resto non so, ci penseranno mamma e papà. Il mio ruolo è quello di viziarlo, questo bambino». E che cosa ti piace fare di più insieme a lui? «Il bagno in mare! La mamma glielo fa fare tutti i giorni. Io ne approfitto quando non c’è Belén…». Ma lei è gelosa del bambino o te lo lascia spesso? «A dire la verità è una mamma stupenda! Non l’avevo mai vista così felice. Però mi lascia volentieri Santiago, le fa piacere. Lui è un bambino davvero molto simpatico, che sta con tutti per fortuna». In spiaggia la gente si avvicina per conoscerlo? «Ah sì, ormai è famoso pure lui! Ti regala sempre un sorriso. Ed è stupendo». «A settembre mi tatuo il suo nome»» Dopo la nascita di tuo nipote, il rapporto tra te e tua sorella è cambiato? «Cambiato? No, anzi. Probabilmente si è rafforzato, perché abbiamo un amore in più in comune». C ’è un modo speciale con cui chiami il tuo nipotino? «Tati, oppure Cino, da cinese. A settembre, quando tornerò a Milano, insieme con la mia nuova coinquilina, Adelaide, ci faremo tatuare la scritta Tati». Adelaide è la sorella di Stefano, che a settembre sposerà Belén e diventerà tuo cognato. Andate d’accordo? «Molto, è una bellissima persona». Invece il nome Cino è per gli occhi a mandorla? «Sì, perché quando è nato aveva praticamente due righe al posto degli occhi». «(Al matrimonio, farò da damigella» Adelaide è ancora con voi in vacanza? «Sì, sarebbe dovuta ripartire, ma le abbiamo chiesto di rimanere ancora ed eccola qua! Insieme a divertirci». Il gruppo Rodríguez-De Martino cresce… «Sì. Ci stiamo conoscendo. Più tempo passiamo insieme, più andiamo d’accordo». A tenere in braccio Santiago non ti è venuta voglia di diventare mamma? «Lo vorrei, e tanto. Però non adesco. Ho mille cose da fare prima di diventare mamma! E prima… devo crescere io». Magari a Formentera trovi un nuovo amore… «Mai dire mai…». Hai già un corteggiatore? «C’è sempre qualcuno (ride, ndr). Comunque per ora no». Sei sempre molto ambita. Per il lavoro hai progetti? «A quello ci penserò a settembre. Ora sono in vacanza e mi godo il mare e mio nipote». Al matrimonio di Belén ci pensi però! «Ci penso eccome». Farai da testimone? «Farò da damigella e questo mi rende molto felice». Hai già scelto l’abito? «Non ancora». Andrai a prenderlo con Belén e vostra madre? «Sì, loro sono le mie consigliere. Quindi, per forza».

http://blog.ibadanbusinessschool.com/writing-a-thesis-for-a-research-paper/