Carlo Conti: Proprio a febbraio il conduttore de L’Eredità e la moglie Francesca stringeranno tra le braccia il loro piccolo

La sfida più dolce della sua vita nasce da un’assenza, e il cerchio per Carlo Conti si chiuderà, con uno di quei risarcimenti che talvolta la vita sa regalare a chi lo merita. Conti, a breve, sarà padre per la prima volta, di un maschietto. »Era una donna fortissima…. La moglie Francesca Vaccaro, costumista Rai, partorirà proprio a febbraio. Carlo avrà un figlio a 52 anni («Se aspettavo ancora un po’ gli facevo da nonno!», ha scherzato) e dovrà inventarsi un ruolo senza avere avuto un modello di riferimento. Il con duttore, infatti, è stato cresciuto solo dalla madre: «Era una donna fo r tissima », ha raccontato, «Ì1 mio babbo è morto che avevo 18 mesi e lei si è rimboccata le ma niche e ha dedicato la vita a tirare su questo zuzzurellone e a insegnargli i valori importanti: l’onestà e il rispetto». Così Conti ora si prepara a improvvisare, aiutato dalla donna che ha scelto con cognizione di causa: la Vaccaro era già stata fidanzata con lui anni fa, e un periodo di separazione è servito a fargli capire che era la d on na giusta. Difficile immaginare Carlo, sempre sorridente, fare il babbo severo con il suo bimbo. Toccherà probabilmente a Francesca indossare i panni della “dura” e imporre al picco lo di andare a letto, mentre lui starà giocando con papà, magari con un passatempo della sua epoca. Non è difficile immaginare una scena simile, visto che Carlo si è raccontato in un libro nel quale c’è tutta la sua gioventù, Cosa resterà dei migliori anni. Intanto, arrivano gli auguri delle sue Ereditiere, passate e presenti, che da sempre parlano di lui con toni entusiasti. «La felicità gli si legge in viso» «La felicità che gli si legge in faccia», racconta Eleonora Cortini. «Ha sempre il sorriso, si vede che le sue sensazioni sono forti e intense, ed è bello vederlo così. Carlo parla poco, riesce a essere presente, simpatico e attento con tutta la sua squadra senza “sbracare”, e questo fa sì che sia anche un leader nel lavoro: non ha bisogno di urlare i suoi sentimenti per far sentire cosa prova. Vive nella riservatezza più totale. Sappiamo qualcosa del suo privato solo leggendo i giornali ma si capisce quanto sia forte la gioia che sta provando all’idea di diventare babbo, come diciamo noi in Toscana ». Aggiunge Francesca Fichera, la bionda canterina che Carlo prende bonariamente in giro: «È un uomo felice, che parla poco, ma comunica tanto. La gioia per questo evento si legge nei suoi occhi. Non riesce a nascondere il suo stato d’animo, euforico, a due palmi da terra! Per lui diventare papà è importantissimo. Credo che abbia sempre avuto un desiderio profondo di sentirsi padre, anche perché ha perso suo papà da piccolo. Sono felice per lui che questo bambino arrivi in un momento di maturità e realizzazione professionale. Ha una donna che lo ama, il successo e i piedi ben ancorati per terra ». Un pensiero anche da Benedetta Mazza, “ereditiera’’ dal 2009 al 2011: «È stato il mio padre artistico, il primo che ha creduto in me e so cosa significa avere vicino una persona che ti trasmette fiducia ed energia. Sono doti che faranno di lui un ottimo padre e non posso che augurargli il meglio. Sono rimasta molto legata a Carlo, è un uomo straordinario. Lavoro a Torino ma ogni volta che posso andare a Roma passo a salutarlo. Il fatto che sia un padre maturo lo rende ancora più consapevole e preparato. Il suo sarà un figlio fortunatissimo», dice. «Carlo è un uomo di grande sensibilità, molto discreto sui suoi affetti», dice Elena Ossola, a\YEredità dal 2006 al 2009. «Sarà un ottimo padre, premuroso e riservato, che metterà il suo bambino in primo piano nella sua vita, ma mai davanti alle macchine fotografiche». Un tempo, Conti scherzava sullo status da single, dicendo: «Io sto bene anche da solo, perché ho bisogno dei miei spazi. La cosa più diffìcile è trovare le monoporzioni al supermercato». Acqua passata. Gli amici, però, sono rimasti gli stessi, un gruppo storico capitanato dal regista Leonardo Pieraccioni, per lui quasi un fratello, il primo a dare la notizia che Carlo fosse “in dolce attesa”. Quando il passato è armonico e non lascia strascichi velenosi, significa che ci si è comportati bene. Non stupisce, quindi l’augurio della sua ex “storica”, Roberta Morise (se non per il fatto che, con queste parole esclusive su Top, decide di rompere il silenzio): «Carlo ha rappresentato un capitolo importante della mia vita. Sono felicissima per lui perché so benissimo quanto sognava questo momento. Sarà un ottimo padre e non posso che fargli i miei migliori auguri. Un figlio è il coronamento di un amore e sono felicissima per lui e sua moglie Francesca che si apprestano a vivere questa nuova esperienza con immensa gioia. Carlo mi ha insegnato tanto, e non solo dal punto di vista professionale: sono contenta per questo traguardo così importante che sta per tagliare. I nostri rapporti sono buoni, come è giusto che sia tra due persone che si sono volute bene. E per questo che anche io mi unisco al coro degli auguri fatti da tutte le persone che hanno avuto la fortuna di lavorare con un grande professionista come lui».

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *