Carlo Conti: Il conduttore ci parla della sua estate

carlo-conti-migliori-anni

E’ un Carlo Conti particolarmente sorridente quello che incontriamo a Milano, in occasione della presentazione dei nuovi palinsesti della Rai. D’altra parte non po- • irebbe essere altrimenti: continua a essere il personaggio tv più amato dagli italiani e ha al suo fianco una meravigliosa famiglia. Ricordiamo, infatti, che lo scorso febbraio sua moglie, la costumista Francesca Vaccaro, ha dato alla luce il loro primogenito Matteo. E, a quanto pare, la paternità ha dato a Carlo un sacco di energia in più. A dircelo è lui stesso, mentre ci racconta come saranno per lui i prossimi mesi, cercando di dribblare il più possibile le domande sul Festival di Sanremo… Hai chiuso una stagione tv in maniera brillante e ora tì aspettano dei mesi impegnativi-. Si pedala, si ottengono dei buoni risultati e questo, per fortuna, mi porta la fiducia dei direttori di rete che si sono man mano alternati nel corso degli anni. Io cerco di ricambiare lavorando sodo. Qual è, per te, il segreto del tuo successo? Forse sta nel fatto che, nonostante il tempo passi, mi diverto ancora a fare tv. Il mio poi è un approccio artigianale e, quando voglio cambiare qualcosa, prendo i programmi e li cucio come un sarto. È lo stesso metodo che userai per il Festival di Sanremo? Un pochino ti mette ansia l’idea di salire su quel palco? E un po’ presto per parlarne e, devo dire la carlo-conti-migliori-anniverità, non mi sono ancora messo al lavoro sul Festival, perché prima devo partire con gli altri programmi. Una cosa è certa: il mio approccio sarà sempre lo stesso e affronterò questa nuova sfida professionale consapevole del fatto che non sto preparando una riunione del G7 o un’operazione a cuore aperto, ma una gara di canzoni. Quindi largo al divertimento e alla spensieratezza! A quale dei tuoi programmi sei più legato? Non ho delle preferenze, anche se ce “I migliori anni”, che considero figlio mio (ho creato tutto io, dal titolo all’ultima paillette della ballerina!), “Tale e Quale Show” che è una prova continua e che stimola anche la fantasia. E poi “L’Eredità”, che mi permette di cenare tutti i giorni con gli italiani. Qual è la cosa più bella che ti dice la gente quando ti ferma per strada? Amo quando mi danno direttamente del tu, perché dicono che per loro sono come uno di famiglia! A proposito di famiglia. Come va con la vita da neo-papà? Devo dire meravigliosamente! Non pensavo che sarebbe stato così bello e divertente. La paternità mi ha davvero dato un’energia nuova! Come è stata la tua estate? All’inizio dell’estate ero un po’ troppo “pallido”, quindi ho cercato di recuperare abbronzatura, nonostante il tempo si sia messo un po’ di traverso. Ho passato un po’ di tempo nella mia Versilia e ho girato in lungo e in largo la costa toscana. Ma non ho spento il cervello, l’ho tenuto sempre attivo e alla ricerca di qualche idea nuova!