Blasi e Totti: Il sacrificio d’amore di Francesco per ilary e i loro figli

Francesco-Totti-e-Ilary-Blasi

Ha rinunciato a offerte milionarie da tutto il mondo per restare a casa, nella sua Roma. Ora è in vetta alla classifica, ha appena festeggiato 37 anni e sta vivendo una seconda giovinezza. Dietro il momento magico del “capitano” c’è un segreto del cuore: ha scelto di restare nella Capitale per stare vicino ai figli e alla sua llary proprio mentre lei torna in televisione con “Le lene”. Ma soprattutto per realizzare il sogno del terzo figlio.

E un momento d’oro per Francesco Totti: con la sua Roma è in vetta aUa classifica, ha appena compiuto 37 anni ed è come se vivesse una seconda giovinezza. Il capitano ha firmato il rinnovo del contratto che gli permetterà di scendere in campo fino al 2016, aUa soglia dei 40 anni, con i colori della sua città. Da anni c’è chi gli ripete che per vincere qualcosa di importante dovrebbe lasciare la Capitale e magari l’Italia, ma lui ha sempre scelto con il cuore, restando a casa. Lì dove ha cominciato a tirare i primi calci al pallone e dove ha trovato l’amore della sua vita: llary Blasi. Totti ha rinunciato a vestire la maglia di tantissime squadre che sarebbero state disposte a coprirlo d’oro: è stata ima scelta delicata e anche un sacrificio d’amore. Per la sua llary: undici anni d’amore, otto di matrimonio. Con la conduttrice – che proprio in questi giorni è tornata al timone di Le Iene – il capitano insegue da anni il sogno di allargare la famiglia: Cristian e Chanel hanno ormai 8 e 6 anni e Roma è la città giusta dove farli crescere e dove programmare anche l’arrivo di un altro bambino. Il terzo figlio tanto desiderato. Ilary, in Italia e nella Capitale, si è ormai creata la propria dimensione di donna di spettacolo e di casa, come ha dichiarato di recente in un’intervista: «Faccio la mamma: porto a scuola i bambini e dedico un po’ di tempo a me. Adesso seguo l’arredamento della mia nuova casa. Non mi annoio certo». «Sono una mamma severa, ma anche amichevole, che dà regole». Anche per non spezzare questo delicato equilibrio famigliare Totti ha scelto di firmare con la Roma: ancora due anni e e mezzo da giocatore e poi un futuro da dirigente già assicurato. «Quando Francesco giocava in Nazionale stava via per periodi lunghi. Oggi al massimo manca da casa un paio di giorni. Ogni tanto scherzo: quando smetti di giocare, continui ad andare una notte a settimana in albergo, vero?». La lontananza non è un problema, un addio alla Roma è un pericolo scampato e tutti possono continuare a chiedersi quale sia il loro segreto di felicità: «Forse siamo stati fortunati a incontrarci. O forse abbiamo un certo tipo di equilibrio, che non è detto duri per sempre; io metto sempre il punto interrogativo sul futuro, perché si cresce e si cambia. Di sicuro abbiamo una cosa in comune: veniamo da famiglie solide. Una famiglia unita ti dà la forza per affrontare tutto». Non dare nulla per scontato, essere disposti a sacrificarsi l’uno per l’altro è il segreto della coppia d’oro d’Italia. Dietro il momento più magico di Totti c’è anche il sogno d’amore con Ilary.