Bellucci-Cassel: Dopo la fine della lunga storia, spunta già l’altro….

C’est tout. È tutto. Finita.  Stop. Punto a capo. Ci eravamo illusi che fosse per sempre. Del resto, la coppia era davvero da favola. Famosa e innamorata. Invece la “magia”, come avevano definito il loro legame, si è spezzata. Monica Bellucci e Vincent Cassel sono arrivati al capolinea. E neanche il tempo di annunciare la separazione tramite comunicato stampa, che alla divina attrice viene già appioppato un nuovo uomo accanto, l’imprenditore Telman Ismailov. A dare la notizia è un sito di gossip dell’Azerbaigian (Haqqin.az) e ribattuta da un altro portale russo (Spletnik.ru, che significa pettegolo). Stando alle indiscrezioni, i due si sarebbero conosciuti nel 2009, all’inaugurazione ad Antalya, in Turchia, dell*hotel di lusso Mardan Palace, fatto costruire da Ismailov. Seicento gli invitati vip presenti al taglio del nastro, ma il patron del gruppo immobiliare Ast avrebbe avuto occhi solo per la sinuosa Monica e alcune foto insieme sembrerebbero confermare le tenere attenzioni di lui, non snobbate, parrebbe, da lei. Un personaggio chiacchierato, Telman, la fama da dongiovanni, e gli onori delle cronache per aver strapagato cantanti come Mariah Carey, Shakira e Jennifer Lopez. Addirittura, l ’artista di origini portoricane dall’invidiatissimo lato B avrebbe ricevuto 1,4 milioni di dollari (circa 1 milione di euro) per una breve esibizione, con tanto di Happy Birthday, alla festa di compleanno dell’oligarca. Party dove, accanto a star come Sharon Stone e Richard Cere, non sarebbe mai mancata la Bellucci. Troppo presto per dire se si tratti di una bufala, se Ismailov sia solo il primo di una lista di fidanzati che verranno attributi alla neo, ambitissima, single o, al contrario, se ci sia davvero il suo zampino dietro l’addio tra l’italianissima icona gfamour e il sex symbol del cinema francese. Quel che è certo che sono già in tanti a rimpiangere la coppia Bellucci-Cassel. Si conoscono nel 1996, Vincent e Monica: galeotto il set de L’appartamento di Gilles Mimouni. Tre anni dopo arriva il sì, il secondo per lei, dopo il matrimonio celebrato nel 1990 con il fot otografo Claudio Basso e durato soltanto 12 mesi. Marito e moglie, ma anche famiglia, con la nascita di due figlie, Deva e Léonie. In tutto, 17 anni di vita comune, uniti dalla passione: «Non scegli di chi innamorarti, l’incontro giusto è chimica pura, magia», diceva lui. «Vincent e io siamo indipendenti, nessuno dei due ha bisogno dell’altro in senso pratico. Senza dirci nulla, ci scegliamo ogni giorno», ribatteva lei. Tanti i film girati insieme, tra cui il difficile Iméversible, con la scena dello stupro di cui lei è vittima. La crisi, si sussurra, era nell’aria da tempo, ma esplode questa estate: Vincent è immortalato a Biarritz, in Francia, con le figlie, ma senza Monica. Ufficialmente divisi per gli impegni di lei, che sta girando in Serbia la nuova pellicola di Emir Kusturica, Sulla via lattea. Le ultimi immagini immortalano Cassel tutto solo, mentre in surf cavalca le onde a Rio de Janeiro, dove la famiglia si è trasferita da inizio anno. Ora la storia finisce, non ci sono più dubbi. Inizia un altro film. Ma loro, come si usa, giurano: «Ci saremo sempre l’uno per l’altra».