Barabara Guerra e Alessandra Sorcinelli: Inscenano una finta lite su Twitter, ma lavorare no?

Prima dolci coccole, baci bollenti e passeggiate romantiche mano nella mano, poi violenti insulti e ripicche su Twitter. Un amore prima ostentato, poi maledetto. Barbara Guerra ed Alessandra Sorcinelli, da inseparabili “Blackdashian”, pronte a dare scandalo con il loro amore saffico, a insopportabili nemiche per la pelle dal dente avvelenato. Un’amicizia lunga una vita quella delle ex olgettine, appartenenti, per usare le parole di Ioana Visan, al “Club delle gnocche” di Arcore, e che sembrava incredibilmente vacillare nei giorni scorsi su Twitter. Tutto nasce da un banale antefatto: il fidanzato della Guerra avrebbe usato l’ormai celebre marchio Blackdashian per creare una linea di pigiamini sexy senza però chiedere il permesso alla Sorcinelli. Apriti cielo… Twitter diventa il campo di battaglia ideale per una guerra a suon di tweet al veleno senza esclusione di colpi. “Se non la fai finita pubblico le foto in Turchia con te nel lettone con il tuo fidanzato di 60 anni Salam, con cui stavi solo per soldi…” attacca violentemente la Guerra. La risposta della Sorcinelli non si lascia attendere ed è un colpo basso ai limiti del consentito: “Ipocrita del c…o pungiti che ringiovanisci, per me sei morta vecchia mia, la tua cattiveria giace con te nella tomba”. Dopo un attimo di comprensibile sbigottimento collettivo, la rete ha iniziato a interrogarsi sulla reale natura del battibecco, iniziando a percepire odor di bufala. Intanto i tweet continuavano: “Ma chi te piglia, sei una bagashian, prima e dopo il chirurgo fai cagare comunque” è il pesante mancino della Sorcinelli, a cui replica il montante destro della Guerra, “Brutta l’invidia, le sue amiche sono tutte sposate e innamorate e lei con il panzone vecchio, ecco perché si sveglia tutte le mattine rompendo i co.. Ma nonostante la faida interna fosse più che plausibile, sempre via Twitter, arriva la sincera confessione delle due complici. Era tutta una messa in scena, un abile teatrino inscenato per attirare clamore mediático: missione compiuta…