Ballando con le Stelle, Milly Carlucci: Mi piace sapere che la gente si riunisce per vedere lo show

milly-carlucci-ha-dato-il-via-a-ballando-con-le-stelle

Anche quest’anno il pubblico l’ha seguita con affetto. Milly Cariucci con il suo Ballando con le stelle è riuscita a non far annoiare il pubblico, tra ospiti illustri ed episodi che hanno fatto discutere, come quello che ha riguardato la cantante Anna Oxa. «C’è pure chi danza davanti allaTvu Milly, com’è andato l’Auditel quest’anno? «Non mi sono occupata tanto degli ascolti, marni inorgoglisce il fatto che si sia scatenato interesse attorno alla trasmissione. Tanta gente mi racconta che il sabato sera vengono organizzati gruppi di ascolto casalinghi tra amici per seguirci. Altri, invece, addirittura ballano davanti al televisore ». Chi ti ha sorpreso di più dei concorrenti? «Difficile stilare una classifica. Roberto Farnesi non sarà un ballerino da dieci e lode, ma oltre ai suo fascino ha dimostrato grande simpatia. Francesca Testasecca è stata capace di svelare tutto il suo sex appeal. Ma anche Ama u ry s Perez: una bomba! Un ragazzo solare, che non si lamenta mai di nulla e che sta vivendo quest’avventura con la stessa felicità di un bimbo che scarta i regali sotto l’albero di Natale». Sono già nati amori tra i ballerini vip? «Forse non ve ne siete ancora accorti (ride, ndr). Non dico nulla, ma non è detto che qualcosa non venga fuori in modo più esplicito nelle prossime puntate…». Grande simpatia ha destato anche Rafael Amargo, new entry di quest’anno della giuria, «È stato un ottimo innesto. Quando ho preparato questa edizione di Ballando, la mia intenzione era di lasciare inalterata la struttura portante del programma, ma inserendo dei cambiamenti che dessero nuova linfa a tutta la trasmissione. Rafael ha una personalità spiecata, si fa notare e naturalmente ha portato la giuria a rivedere i propri equilibri interni». Che cosa ti ha spinto a volere Anna Oxa tra i concorrenti? «L’ho cercata per quattro anni consecutivi, ma per via dei suoi impegni professionali non eravamo mai riusciti a concretizzare. Stavolta, invece, attraverso un gioco d’incastri, ce l’abbiamo fatta. Ho voluto Anna perché mi affascina come artista, per la sua capacità di essere imprevedibile e camaleontica. Tutto quello che fa è sempre un passo avanti rispetto a quello che uno si aspetta». Qual è stato il suo merito? «Anna ha mostrato un approccio particolare e personalissimo al mondo del ballo da sala. Non chiami Anna Oxa per farla diventare diversa da quella che è sempre stata».Alcuni hanno lamentato una maggiore libertà d’azione che le sarebbe stata concessa rispetto agli altri concorrenti. «È partita una polemica legata alle famose scarpe e al fatto che lei ballasse scalza. In realtà, se qualcuno si prendesse la briga di rivedere le puntate, si accorgerebbe che la Oxa ha ballato anche con le scarpe. Inoltre, anche nelle sue coreografìe, il suo insegnante Samuel Peron ha inserito passi precisi e tecnica. È stato rincontro tra un mondo accademico e uno più trasversale. Sono rimasta estasiata dal fatto che ci siamo ritrovati a parlare di arte in una trasmissione del sabato sera. Il mio è un programma orgogliosamente per famiglie, alle quali, però, abbiamo potuto offrire anche riflessioni e considerazioni diverse dal solito». «Un battibecco da una sciocchezza» Hai sempre cercato di smorzare ogni tono polemico nel tuo programma. È una scelta precisa? «Come accade magari tra fidanzati, a volte per una sciocchezza nasce un battibecco. La polemica con Anna rischiava di prendere una piega che non appartiene a nessuno, per questo ho cercato di farla rientrare. È stata un po’ una commedia degli equivoci, gli animi si sono surriscaldati e c’è stata un’incomprensione dietro l’altra. Poi, fortunatamente, tutto è stato chiarito. Anna è tornata in pista, ma purtroppo si è infortunata». Quali sono state le critiche che ti hanno ferita di più? «Le accuse non mi hanno scossa, anche perché la maggior parte oggi arriva via Internet. Lì si leggono spesso sfoghi di bile che nulla hanno a che vedere con opinioni legittime». Dopo Ballando con le stelle che cosa farai? «Parto per Londra e raggiungo mio figlio, che sta entrando nell’ultimo semestre prima della laurea. È un anno importante per lui. Non lo vedo dallo scorso agosto: dobbiamo recuperare». Speri che anche lui, come tua figlia Angelica, faccia ritorno in Italia? «Angelica sta aiutando mio marito nella sua azienda e si divide tra FItalia e gli Stati Uniti. Il desiderio di una mamma è di averli accanto, ma si sa che i figli poi fanno quello che vogliono». Da Londra tuo figlio ti segue? Che cosa ti ha detto a proposito delle ultime rocambolesche puntate di Ballando? «Mio figlio mi segue sempre e mi invia messaggini. Siccome in questi giorni non gli ho rotto troppo le scatole, allora mi ha “degnata” della sua vicinanza e del suo interessamento (ride, ndr). Stavolta, insomma, è stato lui a preoccuparsi per me e non viceversa!».