Anticipazioni Un Posto al Sole: Un’infarto si porta via Giorgio, l’unico uomo che amava davvero Marina

Ha tempo, gli appassionati di Un posto al sole sono in apprensione per la salute di Giorgio Sartori. Interpretato da Stefano Davanzati, l’uomo – uno dei personaggi positivi della soap – è gravemente malato di cuore ed è costretto a confrontarsi tutti i giorni con individui senza scrupoli, come la sua ex Marina Giordano (Nina Soldano), il rivale Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) e anche il figlio Tommaso (Michele Cesari). Ora cambieranno le carte in tavola Da mesi, l’uomo cerca di districarsi tra beghe familiari, lotte di potere e conflitti irrisolti, ma la situazione giungerà a un punto di non ritorno. E sarà proprio lui a farne le spese. Per Giorgio l’ennesimo malore sarà fatale: a nulla serviranno la corsa in ospedale e i tentativi per salvarlo. Così, Marina perderà un uomo che la amava sul serio, e Fattore Stefano Davanzati, nel cast daoltre un anno, lascerà la soap: «E stata una bellissima esperienza per me, ho ritrovato colleghi che conoscevo e una produzione accogliente. Ringrazio tutti e un po’ mi dispiace », confessa lui a Nuovo. L’uscita del personaggio di Giorgio nasce da esigenze di copione: ancora una volta, gli sceneggiatori della soap di Raitre hanno voluto un drammatico colpo di scena per la dark lady interpretata da Nina Soldano. In realtà, la donna al momento ha una vita tranquilla e pacifica, grazie anche alla love story con il suo Teo, più giovane di lei di dodici anni: «È il giusto mix: astuto, determinato, un vero “squalo” negli affari come Roberto Ferri. Ma anche un uomo dolce, premuroso e un ottimo cuoco come Giorgio Sartori», svela Fattrice. Come si arriva alla scomparsa di Giorgio che Nuovo anticipa in esclusiva? «Lui vive un momento molto intenso e particolare. Pur di portare avanti il suo progetto dei Cantieri Flegrei, in società con Marina Giordano, accetta di organizzare una conferenza stampa insieme a lei e al nipote Filippo. Purtroppo, Giorgio ha un infarto mentre è da solo nel suo ufficio e l’intervento della donna e di Filippo non è tempestivo come dovrebbe. Così, viene portato in ospedale in gravissime condizioni e operato d’urgenza». «Saranno momenti molto intensi» Sono momenti davvero drammatici per Marina… «L’intervento al cuore sembra essere andato a buon fine, quindi lei è sollevata. Ma vuole stare accanto a Giorgio finché i medici non le diranno che è fuori pericolo. Tuttavia, visto che l’uomo è ancora in terapia intensiva, i dottori le consigliano di tornare a casa. Pur non essendo convinta, la donna obbedisce. Il giorno dopo entra nella stanza di Giorgio e finalmente i due riescono a parlarsi. Lui le farà una dichiarazione d’amore struggente e lei lo sentirà più vicino che mai. Purtroppo, però, subito dopo questa riconciliazione Giorgio non sopravviverà. Saranno attimi belli e molto intensi». È stato difficile girare scene così commoventi? «No, per me non è stato difficile. Anzi, devo dire che da tempo desideravo esplorare una dimensione emotiva tanto profonda: per entrarci, e per dare il massimo, un attore deve necessariamente aprire i “cassetti della memoria”. Si tratta di una prova artistica molto interessante. Mi sono divertita e spero che il pubblico apprezzerà». «Adesso affilerà per bene gli artigli» Ti dispiace che Stefano Davanzati lasci il cast? «Sì, molto. Ci eravamo ritrovati fianco a fianco sul set dopo quattordici anni, perché avevamo lavorato insieme già in un’altra fiction, dal titolo Ricominciare, in onda al pomeriggio su Raiuno. Sinceramente riaverlo come collega in Un posto al sole è stata per me una sorpresa molto piacevole. Stefano è un attore e un uomo garbato, educato, ha stile ed è divertente». La tua Marina adesso diventerà ancora più cattiva? «Di certo diventerà più dura e determinata. Affilerà per bene gli artigli, dopo questa ennesima batosta. Posso dire che per lei comincerà una guerra all’ultimo sangue contro Roberto Ferri, un uomo che ancora oggi cerca di distruggerle la vita. Ma non voglio e non posso anticipare di più!».