Anticipazioni il Segreto: Molti Interpreti della soap hanno origini umili

Un aggettivo per raccontare II Segreto? Inarrestabile. Non ci sono altre parole per riassumere il successo della soap spagnola in onda su Canale 5. Gli ascolti continuano a salire: ora sono più di tre milioni e mezzo gli aficionados che seguono le vicende di Tristàn e Pepa nell’appuntamento del pomeriggio. Mentre domenica sera, nonostante la concorrenza . delle fiction di Raiuno, si superano i quattro milioni. Un fenomeno. Basti pensare che persino le repliche su Retequattro sono spesso il programma più visto di quella |j rete con un milione e mezzo di spettatori. Insomma, Il Segreto è la serie più amata del momento. «Dal nuovo ruolo mi aspetto molto» Per questo Nuovo vuole raccontarvi tutte le novità e i segreti sui protagonisti maschi- I li, che saranno al centro delle prossime puntate. L’eroe della soap è Tristàn Montenegro, interpretato dal popolarissimo Alex Gadea che – notizia di qualche settimana fa ha lasciato Il Segreto per una nuova avventura. L’attore è attualmente impegnato sul set di un’altra serie spagnola, Ciegas a citas {Appuntamenti al buio). Una nuova sfida per lui: «In questa nuova soap in terpreto un giornalista di nome Sergio, idealista, un po’ asociale ma molto romantico. Mi aspetto parecchio da questo nuovo progetto, perché mi vede impegnato in un genere molto diverso da quello de II Segreto». Al momento non sappiamo se e quando verrà trasmessa sulle nostre Tv questa nuova soap. In ogni caso, niente paura: nonostante abbia abbandonato il set de II Segreto, vedremo ancora Alex nei panni di Tristàn almeno sino alla fine del 2015. A proposito del successo della serie anche nel nostro Paese, Gadea spiega: «Il merito è del lavoro degli sceneggiatori: in ogni puntata accade sempre qualcosa di forte e di inaspettato che tiene lo spettatore incollato al piccolo schermo. Ecco perché la nostra soap sta facendo grandi ascolti anche in Italia». È un amore senza riserve quello di Alex per il nostro Paese: «Ogni volta che vengo a trovarvi mi godo la bellezza delle vostre città e la bontà del vostro cibo: si mangia davvero benissimo», ha confessato l’attore. La popolarità di Tristàn non deve far dimenticare altri protagonisti de II Segreto. Tra i belli della soap, un posto d’onore spetta a Jonàs Berami, sul set Juan Castañeda, l’umile contadino innamorato della ricca Soledad. Ju a n morirà per Soledad. Poi p e rò … Purtroppo, però, anche questo personaggio tanto amato dalle signore per il suo sex appeal uscirà di scena nelle prossime puntate. Lo aspetta una fine tragica: troverà infatti la morte nel tentativo di salvare la donna amata. Un addio definitivo? No, perché nelle soap niente è definitivo. E perché dalla Spagna arrivano in anteprima buone notizie. A grande richiesta del pubblico (femminile, soprattutto), Berami tornerà nel cast: l’attore in questi giorni è già sul set a Madrid e sta girando le nuove puntate. Che cosa succederà? E come faranno gli sceneggiatori a giustificare il suo ritorno in scena? Al momento non ci sono anticipazioni in merito e dal quartier generale della telenovela tutto tace. Di certo tra Gadea e Berami ci sarà una staffetta per tenere caldo il cuore delle telespettatrici. Per Jonàs la soddisfazione di essere tornato in primo piano è grande: «Quando ho lasciato la soap ho girato Grand Hotel, una fiction importante con Megan Montaner, l’attrice che interpreta Pepa. Ma quella de Il Segreto resta la mia famiglia: adoro tutti i miei colleghi e sono felice di essere di nuovo qui. Mi hanno rivoluto e ne sono lusingato». D’altronde Berami non ha mai nascosto di provare simpatia per il suo personaggio: «Juan è un ragazzo combattivo, ribelle, orgoglioso e soprattutto follemente innamorato della sua Soledad. Credo di somigliargli molto, visto che anch’io sono una persona grintosa, ribelle e che, quando ama, non ha mezze misure» ha confessato. E ha anche svelato a chi appartiene il suo cuore nella realtà: «Sono fidanzato con una giornalista molto bella, di cui però preferisco non fare il nome». «Vorrei girare un film a Roma» Anche lui, come Gadea, ammette di avere un debole per il nostro Paese, di cui però conosce soltanto Milano e Roma: «La vostra capitale mi ha letteralmente ammaliato: l’Italia è un Paese favoloso e spero di poterlo^ visitare tutto al più presto. Sogno pure di lavorare su un set italiano. E spero che entro il 2014 il mio desiderio venga esaudito». Timido e gentile, l’attore ha molti interessi. Quando non è sul set ascolta musica, fa gite al mare e adora giocare a calcio e trascorrere molto tempo in famiglia e con gli amici. Nonostante il grande successo, poi, non dimentica mai le sue origini umili. Nato in una famiglia di pescatori a Màlaga, Berami fin da piccolo sognava di fare l’attore. «Il mio idolo era Antonio Banderas. Appena ho potuto, mi sono trasferito a Madrid per studiare recitazione». E per mantenersi nella capitale spagnola ha fatto i mestieri più disparati: «Ho lavorato come facchino, impiegato e animatore. Ho insegnato inglese, ma non mi sono mai perso d’animo. Nella vita bisogna lottare per inseguire i propri sogni». Oggi, a trent’anni, ha le idee chiare su cosa aspettarsi dal futuro: «Vorrei poter fare sempre quello che più mi piace e spero di godermi la vita circondato dall’affetto di una famiglia tutta mia».