Anticipazioni Amici 14: Veronica, è stata riconfermata tra gli insegnanti di danza

Anticipazioni Amici 14

E una delle coreografe più richieste e la sua carriera di ballerina le ha regalato grandissime soddisfazioni. Eppure, anche Veronica Peparmi, che dallo scorso anno ricopre il ruolo di insegnante di danza ad Amici, durante il suo percorso si è sentita dire diversi «no». Però, lei non si è mai arresa alle difficoltà e oggi racconta il suo momento d’oro. Come stai affrontando la tua nuova avventura al talent show di Canale 5? «Con spirito propositivo e con tanto entusiasmo. L’anno scorso è andata molto bene, anche se per me si trattava di un’esperienza nuova. È stato stimolante seguire i ragazzi e trasmettere loro la mia esperienza. Adesso mi sento molto più sicura, perché conosco bene l’ambiente e come si svilupperà il mio ruolo nei prossimi mesi. Voglio ringraziare Maria De Filippi per avermi dato di nuovo questa opportunità». Spesso, sei chiamata a dire “no” a un ragazzo che sogna di entrare nella scuola di Amici o spera di poter continuare a rimanere nella trasmissione. Che cosa provi? «In effetti, non è semplice decidere chi mandare avanti e chi no… Se mi piacciono più ballerini, diventa fondamentale capire chi tra loro è più tagliato per restare nella nostra scuola. Poi, su ogni allievo devo confrontarmi anche con gli altri tre insegnanti di danza, ovvero Alessandra Celentano, Garrison Rochelle e Kledi Kadiu. La cosa più importante, comunque, è dare ai ragazzi i consigli giusti».

Tra tutti gli allievi che hai seguito lo scorso anno, ce n’è uno in particolare di cui vai fiera? «Christian Pace mi ha regalato delle grandi soddisfazioni. Adesso collabora con me al musical Romeo e Giulietta, a cui stanno prendendo parte anche altri ballerini provenienti da Amici. Certo, anche con Vincenzo Durevole (vincitore della scorsa edizione nella categoria danza, ndr) è andata bene, però nel mio cuore c’è Christian». Amici quest’anno è arrivato alla quattordicesima edizione: perché continua a piacere tanto? «La ricetta del successo di Amici ha un nome e un cognome: Maria De Filippi. Non posso che pensare a lei come ingrediente principale dello straordinario consenso che continua a ricevere questo programma. In tutti questi anni, Maria è stata capace di guardare sempre avanti, cercando di intercettare la chiave giusta, al passo con i tempi e con i gusti del pubblico. È stata molto intelligente nel cercare le novità, evitando di riproporre sempre la stessa formula». Ti capita mai di rivederti in qualcuno degli allievi? «Sì, per l’impegno, lo spirito di sacrificio e la buona volontà che mettono pur di vincere le loro sfide quotidiane. Certo, il periodo in cui ho cominciato io a muovere i primi passi nel mondo della danza è molto diverso da quello attuale. Oggi i ragazzi affrontano molte più difficoltà rispetto a un tempo, inoltre sono molto più svegli di come ero io alla loro età. E, infatti, riescono a lanciarsi con maggiore disinvoltura in tantissimi progetti di lavoro». Ai ragazzi della nuova classe di Amici quali suggerimenti daresti? «Consiglierei loro di guardare sempre avanti e di aprire la mente.

Anticipazioni Amici 14

Anticipazioni Amici 14

Chi partecipa ad Amici non deve mai smettere di studiare, perché solo con un costante impegno è possibile continuare a crescere e a migliorare. La danza è una disciplina che si evolve, ma grazie agli strumenti forniti durante le lezioni è possibile riuscire a stare al passo coi tempi. Direi loro anche di non arrendersi mai, nemmeno di fronte a un’eventuale sconfitta. Perché anche le sconfitte insegnano». Oltre che con il talent show in onda su Canale 5, sei molto impegnata anche a teatro. In che modo riesci a conciliare la vita lavorativa con il tuo privato? «Adesso che ci penso, non lo so nemmeno io. Cerco di incastrare i vari pezzi che compongono la mia vita e, a quanto pare, ci riesco… Almeno per ora! Per lavoro, sono impegnata con Amici e nel musical Romeo e Giulietta, ma sono anche mamma di due bambini… Fortunatamente, ci sono i miei genitori a darmi una mano. Sono sempre stata convinta che, quando c’è la voglia e la volontà di incastrare gli impegni, poi si riesce a trovare il tempo per fare tutto». Per i tuoi figli speri un futuro da ballerini? «Se un giorno mi confesseranno il desiderio di voler lavorare nella danza, ben venga. Chissà, magari decideranno di seguire le mie orme, quelle del padre (Veronica è sposata con il ballerino e coreografo Fabrizio Prolli, ndr) e del loro zio Giuliano (Peparini, direttore artistico del talent e fratello di Veronica, ndr). Comunque, i miei figli faranno ciò che vorranno. Anche se la strada che deve percorrere un ballerino è molto faticosa, non credo che la sconsiglierei mai a nessuno, perché mi ha regalato tantissime emozioni. D’altra parte, grazie alla mia carriera di ballerina, nel corso di tutti questi anni ho avuto la possibilità di viaggiare e di raccogliere diverse soddisfazioni».Un’ultima curiosità: il tuo curriculum professionale è contrassegnato da grandi successi internazionali. Hai mai ricevuto una porta in faccia? «Certo. Quando ero ancora all’inizio della mia carriera, mi è capitato di andare incontro a qualche sconfìtta. Ricordo, ad esempio, di aver sostenuto delle audizioni per partecipare ad alcune trasmissioni televisive, ma non ce l’ho fatta. Però, davanti a un “no” non mi sono mai persa d’animo, ho sempre reagito. Se una persona crede in quello che fa, non deve mai fermarsi di fronte alle difficoltà».