Alessandra Amoroso: Dopo un’anno di silenzio torna con una voce nuova

alessandra-amoroso-ciao

Ne ha fatta di strada. Solo qualche anno fa era commessa a Lecce, poi ha lasciato il posto fisso per cantare ad Amici, il talent show di Maria De Filippi. Lo ha vinto due volte, prima tra i giovani, poi tra i big richiamati in gara. Ha venduto oltre 8 0 0 mila copie dei suoi album, 11 dischi di platino, dal 2 0 0 9 a oggi. Dopo un anno di “silenzio” tra l’Italia e gli Stati Uniti, ora Alessandra Amoroso torna sulle scene con un nuovo album, Amore puro (Sony), in due versioni: standard e deluxe (cd+dvd). E dice bye-bye alla ragazzina che era: «Sono cresciuta, anche dentro, mi sento maturata », tiene a precisare. È più sicura, più riflessiva, Ale. Per lei è un momento d’oro, su tutti i fronti. L’amore con il fidanzato Luca Salvatore, ricominciato tre anni fa dopo una cotta ai tempi del liceo, sembra andare a gonfie vele tanto da fare presagire i fiori d’arancio. Il fronte lavoro non è da meno: un mostro sacro come Tiziano Ferro firma per lei otto brani su 11, a partire dal singolo che dà il nome al disco. Un inno all’amore universale che i fan della Amoroso, più di un milione e 2 0 0 mila solo su Facebook, hanno accolto con entusiasmo. Anche Biagio Antonacci ha voluto esserci e alla bella morettina dagli occhi ipnotici ha concesso un inedito, Non devi prendermi («Mi ha fatto addirittura da corista», dice lei ridendo). Addio alla Alessandra “urlatrice”, dunque, come l’hanno spesso definita i suoi detrattori. «Urlatrice non sono mai stata», replica lei. «Ma per merito di Tiziano ho scoperto quante cose si possono dire anche semplicemente sussurrando. Mi sono sempre concessa molto, vocalmente, quasi per dimostrare qualcosa. Adesso ho imparato a gestire la mia voce in modo nuovo», spiega. Un cambiamento che l’ha fatta guarire. Le preoccupazioni che aleggiavano dal 2010, quando attorno aIla salute della cantante si era creato un piccolo giallo, sono svanite. «Un grande specialista in foniatria mi aveva diagnosticato un nodulo alla gola. Quando sono tornata dopo il soggiorno a New York, dove ho studiato il gospel e il soul, il problema era sparito. Iniziare a cantare diversamente mi ha aiutato». E Alessandra non vede l’ora di mostrarlo al mondo, di condividere la sua favola, con Amore Puro Tour, che si apre il 3 dicembre a Milano e il 5 è a Roma. «Ho bisogno del contatto con le persone che amo e mi amano, come il mio pubblico. Vivere nella Grande Mela è stata una sofferenza, cercavo ovunque il wi-fi per potere mandare email o messaggi», racconta. E all’orizzonte c ’è Sanremo? «Sul palco dell’Ariston, prima o poi, uno deve salirci. Ma non credo quest’anno», risponde. C’è chi giura, invece, che sarà ospite di Gianni Morandi il 7 e l’8 ottobre all’Arena di Verona. E ad Amici come coach ci sarà? «Per ora no, credo di avere ancora molto da imparare e poco da insegnare»