Alba Parietti: “De Andrè e io non ci siamo mai lasciati”

E’una delle poche e vere “signore” della televisione italiana. Amata, criticata, adulata e invidiata: quando si dice Alba Parietti si dice tv. Dagli anni Ottanta ad oggi la sua bella e sensuale figura è stata praticamente onnipresente nelle trasmissioni di Rai, Mediaset, Telemontecarlo fino ad approdare recentemente al canale Vero, per poi tornare ospite fissa su Raiuno, sfatando finalmente r “embargo” che la tenne lontana da viale Mazzini per qualche tempo. Ma lei, 52 anni portati benissimo, è stata anche attrice, cantante, giornalista sportiva e opinionista. Top l’ha incontrata a Sanremo, dove è inviata per La vita in diretta e per Domenica In. «Così mi mantengo sempre giovane» Qual è il segreto del tuo fascino? «Lo ripeto spesso a chi me lo chiede, il segreto della bellezza non sta nella chirurgia plastica, ma nell’energia con cui viviamo. Io sono una donna che vive intensamente e che mette energia tutto ciò che fa. E così che mi mantengo giovane». Sanremo è diventato per te un appuntamento fisso fin dal 1992, quando lo hai condotto al fianco di Pippo Baudo… «Quante ne ho viste qui aH’Ariston! Ogni anno ci torno sempre volentieri. Sanremo è ima costante della mia carriera, nonostante il Festival sia cambiato molto». In che cosa lo vedi cambiato? «In primis nello stile. Quello mio e di Pippo era un Festival “canonico” e le donne facevano le dive in abito da sera». Parlando dei cantanti in gara che cosa ci dici? Per chi fai il tifo? «E una battuta vero? Si sa benissimo per chi faccio il tifo io». Cristiano De André? «Ovviamente sì». Ma allora fila di nuovo tutto liscio fra di voi? «Dopo esserci lasciati male qualche anno fa, io e Cristiano ci siamo riavvicinati. Adesso non lo vedo, da qualche settimana, ma questo non significa niente. Noi non ci siamo mai del tutto lasciati e forse non ci lasceremo mai. Anche se non stiamo insieme». Cosa vuole dire? «Noi siamo persone che hanno condiviso tutto nella vita, siamo qualcosa di davvero speciale, siamo come due fidanzati anche se non lo siamo. Siamo come una madre con un figlio e come due amici. Siamo qualcosa di molto raro: due persone ma una sola anima». Questo è amore! «Certo che è amore! E non parlando solo di passione, qui si parla di amore vero come quello di una madre per un figlio o di due amici. Qualcosa* di eterno, di metafisico e inspiegabile, che ti rende felice». Eppure sembrate così diversi… «Sembriamo, ma in realtà non è così. Tra i due probabilmente io sono la più fragile, Cristiano è il mio punto di riferimento. Io non direi di essere forte, mi ritengo piuttosto una persona positiva, energica che riesce a trovare il lato buono in ogni cosa». Tornando al Festival, cosa pensi di Fazio? «Fazio ha fatto delle scelte, ha pensato a un certo tipo di Festival e si sta comportando di conseguenza. Ha voluto dare la priorità alla musica, una decisione che sta comportando scelte ben precise. E stato coraggioso e non lo si può certamente criticare. Non resta che sedersi e godersi lo spettacolo». E della Littizzetto, tra l’altro tua concittadina? «Mi piace tantissimo, la trovo brava, straordinaria, e preparata. La stimo». In che momento sei della sua vita? «Io sto bene, ma non saprei dire. La mia vita è da sempre in continuo fermento e cambiamento, non mi sento mai arrivata». E con tuo figlio Francesco che rapporto hai? «Molto bello, da sempre, ma soprattutto in questo periodo. Siamo molto uniti. Abbiamo sempre vissuto insieme e io sono il suo punto di riferimento. Adesso che è grande e innamorato di una splendida donna manager è felicissimo. E io con lui»..